Home . Fatti . Cronaca . Papa Francesco regala ai fedeli il 'Bignami' delle preghiere

Papa Francesco regala ai fedeli il 'Bignami' delle preghiere

il 'Dammi il cinque' secondo Francesco, le intenzioni sulle mani: pollice per chi ci è vicino, dito medio ricorda chi tiene in mano le sorti della società

CRONACA
Papa Francesco regala ai fedeli il 'Bignami' delle preghiere

Il 'Bignami' delle preghiere regalato da papa Francesco ai fedeli

Il 'Bignami' delle preghiere per i fedeli: è il regalo che papa Francesco ha fatto oggi ai fedeli e pellegrini arrivati in piazza San Pietro per assistere all'Angelus. A sorpresa Bergoglio, che già in passato aveva sorpreso piacevolmente i pellegrini in piazza, regalando loro pillole di 'Misericordina', oggi, ha fatto distribuire un tascabile di preci proprio nella III domenica di Avvento caratterizzata dalla presenza di tanti ragazzi per la benedizione del Bambinello. 'Preghiere', dunque, raccoglie e suggerisce formule di preghiera di facile memorizzazione. Nel volumetto ci sono anche gli 'antidoti' contro le bestemmie, vale a dire le "acclamazioni" riparatorie.

Nello speciale 'Bignami' edito dalla Libreria Editrice Vaticana, c'è anche un particolarissimo 'Dammi il cinque' di Francesco con il quale suggerisce le intenzioni particolari per chi ci sta vicino, per i politici e per gli ultimi della società. In particolare, Bergoglio ricorda che "il pollice è il dito a te più vicino. Comincia quindi con il pregare per coloro che ti sono più vicini".

Il dito indice è riservato ai docenti, ma anche ai medici e ai preti. "Hanno bisogno di saggezza per indicare agli altri la giusta direzione", osserva il Papa ricordando che "il dito successivo, il medio, è il più alto. Ci ricorda i nostri governanti. Prega per il presidente, i parlamentari, gli imprenditori e i dirigenti. Sono le persone che gestiscono il destino della nostra patria e guidano l'opinione pubblica. Hanno bisogno della guida di Dio".

L'anulare ha una particolarità. "Lascerà molto sorpresi - è l'annotazione sul Bignami delle preghiere - ma questo è il dito più debole, come può confermare qualsiasi insegnante di pianoforte. E' lì per ricordarci di pregare per i più deboli, per chi ha sfide da affrontare, per i malati. Hanno bisogno delle tue preghiere di giorno e di notte. E' lì per invitarci a pregare anche per le coppie sposate".

Infine, il mignolo: "ti ricorda di pregare per te stesso. Dopo che avrai pregato per tutti gli altri, potrai capire meglio quali sono le tue necessità guardandole nella prospettiva giusta". Conclude il prezioso libretto, l'invocazione a San Michele Arcangelo "contro le insidie del demonio".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.