Home . Fatti . Cronaca . Lite in centro accoglienza immigrati a Roma: gravissimo 18enne ferito a coltellate da coetaneo

Lite in centro accoglienza immigrati a Roma: gravissimo 18enne ferito a coltellate da coetaneo

CRONACA
Lite in centro accoglienza immigrati a Roma: gravissimo 18enne ferito a coltellate da coetaneo

Infophoto

E' stato accoltellato da un coetaneo al culmine di una lite scoppiata davanti al centro di prima accoglienza di via di Passolombardo, a Roma, dove entrambi sono ospiti. E' accaduto la notte scorsa. La vittima un bengalese di 18 anni è stato trasportato in gravi condizioni in ospedale e rischia la vita. L'aggressore, un tunisino di 18 anni, con precedenti è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile della compagnia di Frascati.

Secondo quanto ricostruito dai militari, qualche ora prima, fra i due giovani, sarebbe sorto un litigio per futili motivi che in breve tempo è degenerato nella brutale aggressione.

Il cittadino tunisino, infatti, ha estratto dalla tasca della giacca un grosso coltello da cucina e si è avventato sul 18enne bengalese, colpendolo con numerosi fendenti al volto e su varie parti del corpo per poi lasciarlo a terra, privo di sensi.

Allertati da una segnalazione giunta al 112, i carabinieri hanno soccorso la vittima che, prima di essere trasportata d’urgenza al Policlinico Tor Vergata, in un attimo di lucidità è riuscita a fornire indicazioni sul suo aggressore che dopo poco è stato rintracciato.

Il ragazzo tunisino arrestato era riuscito nel frattempo a disfarsi del coltello e degli abiti che indossava durante l’aggressione, sporchi del sangue della vittima, rinvenuti dai carabinieri in un cassonetto dell’immondizia poco distante dal luogo della lite.

Il 18enne è stato ammanettato e portato nel carcere di Regina Coeli, dove rimane in attesa del rito di convalida. Il ragazzo bengalese, invece, si trova tuttora in prognosi riservata in gravi condizioni e in pericolo di vita.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.