Standard Sfoglia

Bigiotteria e cosmetici pericolosi, 18mila oggetti sequestrati in negozi cinesi nel barese

Migliaia di oggetti pericolosi per la salute sono stati scoperti dai carabinieri della compagnia di Modugno, in provincia di Bari, e dai Nuclei antisofisticazioni sanitarie, nell'ambito di servizi predisposti dal comando provinciale in due rivendite di Grumo e Bitritto, gestiti da cinesi.

In particolare sono stati sequestrati, e quindi è stato impedito che venissero immessi in commercio, circa 18.000 oggetti di bigiotteria e cosmetici che erano privi dei requisiti di sicurezza. In particolare non c'erano le indicazioni di legge previste dal codice del consumo che prevedono che vengano indicate chiaramente sulle confezioni: informazioni al consumatore (obbligatoriamente anche in lingua italiana), composizione e qualità dei prodotti, eventuale presenza di sostanze potenzialmente pericolose, nonché i materiali e metodi di lavorazione impiegati, istruzioni e precauzioni d'uso.

Vedi in Pagina