Home . Fatti . Cronaca . Immigrati: Difesa, caserme a disposizione per emergenza

Immigrati: Difesa, caserme a disposizione per emergenza

Pinotti risponde a Chiamparino sulla 'mancata collaborazione' riguardo all'accoglienza dei rifugiati

CRONACA

"Con riferimento ad alcune dichiarazioni rilasciate dal Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, circa la mancata collaborazione delle amministrazioni dello Stato, fra cui la Difesa, per risolvere il problema dell’accoglienza dei rifugiati, si ritiene doveroso precisare che già dal 2010 è stata avviata una collaborazione tra questo Dicastero e il Ministero dell’Interno per individuare soluzioni al problema". E' quanto precisa, in una nota, il Ministero della Difesa.

"Peraltro nel luglio del 2014 - si legge nella nota - è stato redatto un elenco su scala nazionale di siti della Difesa, non più necessari all’assolvimento dei compiti istituzionali, di cui 3 sono transitati già dallo scorso novembre al Ministero dell’Interno". Per quanto riguarda il Piemonte "al Ministero della Difesa non sono giunte richieste di disponibilità di caserme né dalle Prefetture né dal competente Dipartimento del Ministero dell’Interno né da altre istituzioni", aggiunge.

"Giova ricordare - riferisce il Ministero della Difesa - che con la stessa Regione sono in corso molteplici attività di collaborazione per le dismissioni di immobili. In particolare nel 2014 è stato siglato un Protocollo con il Comune di Torino per la razionalizzazione e la valorizzazione degli immobili della Difesa in cui sono state incluse 4 caserme: Cesare di Saluzzo, La Marmora, De Sonnaz, Magazzino Artiglieria e difesa chimica". Quindi "con tali premesse, destano sorpresa e amarezza le dichiarazioni circa la presunta mancata collaborazione da parte del Ministero della Difesa da parte di un amministratore locale sempre attento ai rapporti interistituzionali tra Amministrazioni dello Stato, quale il Presidente Chiamparino", conclude.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.