Home . Fatti . Cronaca . Ammissione all’Esame di Maturità: studenti confusi e poco informati

Ammissione all’Esame di Maturità: studenti confusi e poco informati

Per affrontare la commissione bisogna prima essere ammessi all’Esame. I maturandi iniziano a preoccuparsi delle insufficienze

CRONACA
Ammissione all’Esame di Maturità: studenti confusi e poco informati

Maturità 2015: è scattata l’ansia da ammissione. C’è chi pensa al voto, chi a finire la tesina, chi è già preso dal tototema e chi, invece, si sta preoccupando dello step precedente: l’ammissione all’Esame di Maturità. Non tutti gli studenti sono certi che arriveranno a sedersi di fronte alla commissione e questi giorni per loro sono fondamentali. Ultimi compiti in classe, ultime interrogazioni, ultime occasioni per recuperare le insufficienze con cui non dovrebbero arrivare agli scrutini finali, quando il consiglio di classe deciderà se e con quanti crediti ammetterli all’Esame.

Ammissione all’Esame di Maturità: non tutti gli studenti conoscono il regolamento. Avere tutte sufficienze, infatti, è fondamentale, ma alcuni maturandi non hanno le idee chiare in merito. Così sul gruppo Facebook dedicato alla Maturità 2015 sono iniziati a comparire i primi post di studenti dubbiosi come quello di Aldo F, che, in cerca di rassicurazioni, ha domandato ai suoi compagni: “Io ho 5 a italiano ed è materia d'esame e 5 a matematica e non è d'esame . Il resto tutto 6 e 7. Secondo voi che mi succede??? Mi bocciano???”. Un post semplice che ha ricevuto moltissime risposte rassicuranti ma poco veritiere. “Ma certo che no. Per essere bocciato in quinto anno dovresti avere almeno 2-3 insufficienze, di cui almeno due gravi (3-4). Puoi andare tranquillo” ha scritto, per esempio, Antonio B dimostrando di non essere al corrente di quanto previsto dal regolamento dell’Esame di Maturità in fatto di ammissione

Maturità: ecco i casi in cui si rischia non essere ammessi all’esame. Infatti, anche se non sono molti gli studenti che ogni anno non vengono ammessi all’Esame di Maturità, è comunque importante sapere che ci sono ben tre criteri che devono essere assolutamente rispettati. Il primo di questi consiste, per l’appunto, nell’avere la sufficienza in tutte le materie. Gli studenti di quinta superiore diventeranno a tutti gli effetti maturandi solo se riusciranno ad ottenere almeno tutti sei e solo se avranno fatto attenzione sia a rispettare il limite massimo di assenze consentito, che ad avere un comportamento tale da garantire loro la sufficienza anche in condotta. Usare le ultime settimane di scuola per recupere quindi è davvero importante perché non è affatto scontato che i professori decidano di arrotondare la media per eccesso.

Fonte: www.studenti.it

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.