Home . Fatti . Cronaca . Picchia selvaggiamente la compagna e si barrica in casa col figlio di 16 mesi: arrestato

Picchia selvaggiamente la compagna e si barrica in casa col figlio di 16 mesi: arrestato

CRONACA
Picchia selvaggiamente la compagna e si barrica in casa col figlio di 16 mesi: arrestato

(Infophoto)

Ha picchiato selvaggiamente la compagna e si è barricato in casa con il figlio di un anno, ma i carabinieri di Olbia Centro, insieme ai colleghi della radiomobile e di Golfo Aranci lo hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia ai danni della compagna convivente, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, lesioni gravi e danneggiamento. L'uomo, nato a Palermo e residente ad Olbia, cuoco di 35 anni, è gravato da numerosi precedenti di polizia di vario genere e in particolare in materia di stupefacenti.

I militari sono intervenuti alle prime luci dell’alba a seguito di una lite che era stata segnalata all’interno di una abitazione ed hanno trovato l'uomo che, in evidente stato di alterazione probabilmente dopo aver usato sostanze stupefacenti, aveva picchiato selvaggiamente la donna con violenza fisica inaudita (schiaffi, pugni, strattonamenti e calci) e rompendole il cellulare per impedirle di chiamare i soccorsi.

La donna è però riuscita a scappare, mentre lui si è barricato in casa con il figlio di 16 mesi, minacciando di compiere gravi gesti nei confronti del piccolo.

Dopo circa mezz’ora di attesa e di trattative, i militari, con la collaborazione dei Vigili del Fuoco, dei poliziotti del Commissariato di Olbia e dei familiari della ragazza, appena la situazione ha consentito di osservare che era lontano dal bambino, hanno fatto irruzione nell’appartamento passando da una finestra, riuscendo a bloccarlo e a mettere in sicurezza il piccolo, che è stato riconsegnato immediatamente alla madre.

Il sopralluogo nell’abitazione ha permesso di appurare vari danneggiamenti di suppellettili, conseguenti alla lite nonché segni della violenza sulla donna, in particolare ciocche di capelli sparse sul pavimento.

Nella perquisizione i militari hanno trovato lo stupefacente, in particolare circa 30 grammi di cocaina e circa 75 di hashish, sostanza da taglio, materiale per il confezionamento e bilancino di precisione. Accompagnata al Pronto Soccorso di Olbia, alla donna sono state riscontrate numerose ecchimosi, traumi e contusioni in tutto il corpo ed in particolare segni di morsi sul viso, oltre alla frattura di una costola e i medici le hanno assegnato 30 giorni di prognosi. Il cuoco, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato nel carcere di Sassari-Bancali a disposizione del magistrato di turno.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI