Home . Fatti . Cronaca . Dopo l'aggressione con machete ferrovieri Trenord protestano a Milano

Dopo l'aggressione con machete ferrovieri Trenord protestano a Milano

CRONACA
Dopo l'aggressione con machete ferrovieri Trenord protestano a Milano

I ferrovieri di Trenord protestano in piazza Lombardia, sede della Regione, a Milano, per chiedere maggiore sicurezza dopo l'aggressione a colpi di machete subita da alcuni loro colleghi l'11 giugno. "Maroni vieni giù, Maroni vieni giù" gridano i dipendenti di Trenord che sottolineano come il problema della sicurezza non sia solo della società di trasporti, ma "anche e soprattutto delle Istituzioni: siamo qui come cittadini", spiegano. Il segretario regionale Orsa, Adriano Coscia, e Riccardo Magagnin, il ferroviere ferito giovedì alla testa, sono stati ricevuti poco dopo la protesta in Regione dell'assessore alla Mobilità della Lombardia, Alessandro Sorte. "Quella dove è avvenuta l'aggressione - spiega Valentino, un ferroviere - è una tratta usata anche per l'Expo, anche per questo bisogna investire in prevenzione perché ad oggi non esistono le condizioni minime per viaggiare in sicurezza".

Sullo striscione esposto dai ferrovieri si legge "Siamo al capolinea" e i dipendenti ricordano come "sia una fortuna" che le vittime della brutale aggressione possano raccontare quello che è successo. "Il problema sicurezza - spiega un macchinista che preferisce restare anonimo - non riguarda solo noi lavoratori di Trenord, ma anche i pendolari che dalle 19 in poi prendono il treno per tornare a casa".

A esprimere solidarietà ai dipendenti di Trenord sono scesi dal palazzo della Regione l'assessore al Territorio, Viviana Beccalossi, e Riccardo De Corato, capogruppo di FdI in Consiglio regionale. "Mi hanno chiesto di lavorare semplicemente in sicurezza - dice Beccalossi - Ero tra coloro che anni fa in Stazione Centrale ha portato i militari, adesso mi farò - aggiunge - portatrice delle loro istanze anche perché la loro è stata una reazione composta e civile". De Corato, invece, ricorda che il luogo dell'aggressione "Villapizzone è Milano, questi delinquenti - conclude - hanno colpito a Milano".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.