Home . Fatti . Cronaca . Migranti, Papa: "Chiediamo perdono per chi chiude le porte"

Migranti, Papa: "Chiediamo perdono per chi chiude le porte"

CRONACA
Migranti, Papa: Chiediamo perdono per chi chiude le porte

(Infophoto)

"Chiedete tutti perdono per le istituzioni e le persone che chiudono le loro porte a gente che cerca aiuto e cerca di essere custodita". E' l'appello-denuncia di Papa Francesco sulla realtà dei migranti, al termine dell'udienza generale in piazza San Pietro.

In vista della 'Giornata mondiale del rifugiato' promossa dall'Onu, che si celebra sabato, Bergoglio chiede che i migranti "siano sempre rispettati nella loro dignità". E invita a "pregare per tanti fratelli e sorelle che cercano rifugio lontano dalla loro terra, che cercano una casa dove poter vivere senza timore".

Francesco incoraggia "l'opera di quanti portano loro un aiuto" e auspica che "la comunità internazionale agisca in maniera concorde ed efficace, per prevenire le cause delle migrazioni forzate", esortando "le istituzioni a non chiudere le porte".

A commentare a Radio Padania le posizioni del Pontefice è il leader della Lega, Matteo Salvini. "Il Papa dice 'chiediamo perdono per quanti respingono rifugiati', ma quanti rifugiati ci sono in Vaticano? Adesso va a Torino, chissà se oltre ai profughi incontrerà anche dei torinesi sfrattati. Non credo. Peccato mi piaceva tanto all'inizio", dice Salvini.

Il leader della Lega commenta anche ironicamente i siti web di alcune testate giornalistiche che titolano 'Salvini attacca il Papa': "Consiglio di leggere il libro di Antonio Socci 'Non è Francesco'".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.


17 / 06 - 20:54 |
Cincinnato
segnala un abuso

Visto lo spessore umano di Salvini e di molti leghisti,ritengo che essi debbano chiedere perdono solo per il fatto di esistere.