Home . Fatti . Cronaca . Maturità, seconda prova scritta. Al Classico esce Tacito /Speciale

Maturità, seconda prova scritta. Al Classico esce Tacito

CRONACA
Maturità, seconda prova scritta. Al Classico esce Tacito /Speciale

(INFOPHOTO)

Tacito al Classico e un problema sul piano tariffario di un operatore telefonico per chiamare all'estero allo Scientifico. Sono state pubblicate sul sito del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca le tracce ufficiali della seconda prova dell'esame di maturità edizione 2015 e come ieri anche per questa seconda prova le tracce ministeriali confermano le indiscrezioni comparse sui siti specializzati a pochi minuti dalla consegna agli studenti. Per la seconda prova scritta del Liceo Classico, quella di Latino, il Miur ha scelto come autore Tacito con un brano tratto dagli 'Ultimi giorni di Tiberio'.

Una scelta "molto saggia" ha commentato all'Adnkronos il filologo e professore emerito dell'Università di Bari, Luciano Canfora. "In primo luogo, il brano viene preceduto da un'introduzione che ambienta lo scolaro nell'argomento. Questo è un bene anche perché - ricorda Canfora - in passato i brani erano staccati dal contesto e ciò implicava conoscenze che spesso non erano utilizzabili". Il secondo punto di forza sta, per il filologo, nel fatto "che è stato scelto un brano storiografico che, per il carattere narrativo, aiuta il giovane allievo più che un brano filosofico, che invece è più complicato. Nella prosa storiografica latina - osserva Canfora - abbiamo Sallustio, Livio, Ammiano Marcellino: tutti, mediamente, presentano difficoltà analoghe. Dire quindi che Tacito è difficilissimo secondo me è una sciocchezza. Se si pensa bene, d'altra parte, Tacito è nella scia della prosa storiografica sallustiana".

Ai candidati del Liceo Scientifico, chiamati a risolvere uno tra due problemi e 5 quesiti, uno dei problemi proposti ha riguardato il piano tariffario di un operatore telefonico per chiamare all'estero. Ai candidati del Liceo Linguistico, per il tema di attualità in Inglese è stato proposto un articolo del 'Guardian' del febbraio 2015 come spunto per l'analisi del testo e la produzione di un contenuto di riflessione, 'A Nottingham una donna combatte la povertà alimentare con il social eating'.

Ai maturandi dell'Indirizzo Scienze Umane - opzione economico sociale, è stata proposta una traccia di Diritto ed economia politica. Il tema riguarda il welfare state in relazione ai principi costituzionali e dell'Unione Europea e come risponde ai problemi del lavoro e le diseguaglianze economiche.

Ai candidati di Architettura e ambiente, per il tema in Discipline progettuali Architettura e ambiente è stato chiesto di progettare un Acquario Virtuale dedicato ai temi della tutela dell'ambiente marino e della valorizzazione della natura. Ai candidati alla maturità grafica è stato quindi chiesto di progettare totem pubblicitari; poster, segnalibri e gadget totem pubblicitari per una mostra dedicata al centenario della nascita di Alberto Burri.

Al Liceo delle Scienze umane è stata chiesta ai candidati una riflessione sul valore del lavoro nell'educazione nei giovani. Per la prova di lingua inglese agli istituti Tecnici per il Turismo è stato chiesto, partendo da un articolo di Day Lewis uscito sul 'Telegraph', un pezzo dedicato al cibo e a come il suo linguaggio possa aiutare tutti a viaggiare meglio.

E il cibo è anche al centro della traccia di Scienza e cultura dell'alimentazione proposta agli studenti degli Alberghieri ai quali è stato chiesto di affrontare le malattie correlate all'alimentazione con particolare riferimento all'obesità.

Anche per questa maturità, secondo un'indagine condotta dalla redazione di Studenti.it, il caro vecchio cellulare è stato il miglior alleato dei maturandi. Il 22% degli studenti alle prese con gli esami di Stato ha dichiarato che avrebbe copiato grazie all'ausilio di un dispositivo elettronico. Il 21% che avrebbe deciso al momento. In definitiva, è sicuro che il 43% dei maturandi ha portato con se uno smartphone o un tablet. Una percentuale non affatto bassa se si considera che, secondo le indicazioni del Miur, dovrebbe essere pari allo zero.

La terza prova, diversa per ciascuna scuola è in calendario lunedì 22 giugno alle 8.30. La commissione, nella terza prova, tiene conto, ai fini dell'accertamento delle competenze, abilità e conoscenze, anche delle eventuali esperienze condotte in alternanza scuola lavoro, stage e tirocinio e anche il colloquio corale potrà partire da eventuali esperienze condotte in alternanza o in tirocinio, e della disciplina non linguistica insegnata tramite la metodologia Clil. Anche il colloquio orale potrà partire da eventuali esperienze condotte in alternanza o tirocinio. La data degli 'orali', i cosiddetti colloqui, è stabilita invece da ciascuna commissione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.