Roma, blitz al campo nomadi di via Candoni: denunciati 8 capi famiglia

Otto capi famiglia del campo rom in via Candoni sono stati denunciati nel corso dell'operazione, messa a segno stamattina dai vigili urbani di Roma. Cinquanta agenti provenienti dai gruppi Spe e Marconi sono intervenuti per mandare via circa 40 persone che dimoravano abusivamente all'interno del campo, tornati nonostante fossero già stati colpiti da ordine di allontanamento l'8 agosto 2012. Presente sul posto il presidente del XI municipio Maurizio Veloccia.

Il campo è attualmente abitato da circa 500 persone rom di etnia rumena e bosniaca. La Polizia di Roma Capitale, intervenuta nel campo anche per contrastare il mercato illegale dei rifiuti, ha oggi denunciato per vari reati otto capi famiglia, due dei quali portati al centro di foto segnalamento.

Sono in corso diversi sequestri di veicoli utilizzati per il trasporto dei materiali. Otto container occupati sono stati resi inagibili, assieme a tre baracche in legno costruite abusivamente. Tutte le utenze idriche ed elettriche sono state staccate. Diverse tonnellate di rifiuti in ferro, accumulati dai rom, verranno distrutti.