Home . Fatti . Cronaca . All'Expo la realtà virtuale trasforma il padiglione di Intesa Sp nel set per 'Gomorra' /Video

All'Expo la realtà virtuale trasforma il padiglione di Intesa Sp nel set per 'Gomorra'

CRONACA
All'Expo la realtà virtuale trasforma il padiglione di Intesa Sp nel set per 'Gomorra' /Video

Una schermata del set virtuale di 'Gomorra'

Gomorra arriva a Expo 2015. Una esperienza di realtà virtuale trasforma il padiglione di Intesa Sanpaolo in set per la seconda stagione della serie tv di Sky prodotta da Cattleya. "Lo spazio di The Waterstone - spiega Monica Riccioni, ad di Think Cattleya - è la cornice perfetta per presentare il primo video in Italia di Virtual Reality legato ad una serie tv. Si tratta di un progetto crossmediale di avanguardia che dà ai visitatori di Expo l'opportunità di vivere una esperienza all'interno di un set altrimenti inaccessibile".

Indossando i 'gear', particolari dispositivi simili a una maschera da sub, lo spettatore troverà davanti a sé un maxi-schermo cinematografico a 360 gradi. Cinque diverse videoclip lo porteranno sulle scene che fanno da sfondo alla serie, fianco a fianco dei protagonisti. In questo modo, potrà osservare la scena da un punto di vista privilegiato, senza trascurare alcun dettaglio. E potrà assistere insieme alla troupe a ciò che succede sul set, rivolgendo lo sguardo a chi gli parla, in un ideale dialogo con gli attori. "Le scene - aggiunge Riccioni - sono state girate tra luglio e agosto dalla nostra Unit Digital Think 9 e hanno richiesto oltre un mese di postproduzione. Un lavoro sofisticatissimo che, siamo sicuri, farà vivere agli spettatori una esperienza unica".

L'iniziativa ospitata nel padiglione di Intesa Sanpaolo darà ai fans di Gomorra la possibilità di vedere in anteprima assoluta alcuni frammenti della nuova serie: "Durante le scorse settimane - rivela Fabrizio Paschina, responsabile pubblicità e web di Intesa Sanpaolo - abbiamo rubato un paio di scene che sono state girate per la seconda stagione. Assieme a Cattleya le abbiamo selezionate e prodotte con una speciale tecnologia per cui comunque le si guardi o ovunque si ruoti la testa, ci si ritrova completamente immersi sulle scene". Gli spettatori avranno così la possibilità di conoscere piccoli assaggi di ciò che sarà in programmazione l'anno prossimo su Sky".

L'evento, aggiunge Paschina, conferma l'attenzione rivolta da Intesa Sanpaolo per i contenuti culturali e innovativi legati all'imprenditorialità: "Abbiamo deciso di dare spazio a tutti quegli contenuti italiani culturali e imprenditoriali che in qualche modo ci vedono protagonisti", afferma. Nel caso di Gomorra, attraverso Mediocredito italiano, una delle società che fanno capo all'istituto e che si occupa di finanziamento alle imprese, "abbiamo finanziato la produzione di questa e varie altre produzioni televisive Sky. E trattandosi di un contenuto interessante, divertente curioso e innovativo - conclude - abbiamo ritenuto che ospitarlo all'interno del Waterstone con una tecnologia immersiva come quella del 3D fosse la cosa migliore da fare".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI