Fabrizio Corona torna a casa, affidato ai servizi sociali

Fabrizio Corona ha ottenuto l'affidamento ai servizi sociali sul territorio, cioè potrà lasciare la comunità di don Mazzi e tornare a casa, affidato di fatto ai servizi sociali. A rendere nota la decisione del tribunale di sorveglianza di Milano è Ivano Chiesa, difensore dell'ex fotografo dei vip.

Lo scorso 22 ottobre c'era stata l'udienza davanti ai giudici milanesi in cui Corona - il quale sta scontando la pena alternativa al carcere all'interno della comunità 'Exodus' di don Mazzi - si era rivolto ai giudici chiedendo di tornare a casa e poter continuare il suo percorso di 'riabilitazione'. "Mi avete dato un'opportunità e vi ringrazio - aveva detto rivolto ai giudici della Sorveglianza - , io ho seguito alla lettera tutte le vostre prescrizioni, ho fatto tutto quello che dovevo, ora aiutatemi a continuare su questa strada". La decisione di oggi - aveva espresso parere positivo anche il sostituto procuratore generale Antonio Lamanna - accoglie in pieno le richiesta della difesa dell'ex fotografo dei vip; Corona non dovrà tornare in carcere.