Home . Fatti . Cronaca . Mafia capitale, sequestrate a Carminati opere d'arte per 1,5 mln

Mafia capitale, sequestrate a Carminati opere d'arte per 1,5 mln

CRONACA
Mafia capitale, sequestrate a Carminati opere d'arte per 1,5 mln

La cattura di Carminati

Sequestro preventivo di 95 opere d'arte appartenenti a Massimo Carminati, opere del valore complessivo di 1 milione e mezzo di euro. Il provvedimento è della Sezione misure di prevenzione che ora dovrà anche decidere se disporre la confisca. I sequestri sono avvenuti nell'abitazione di Massimo Carminati a Sacrofano e dei suoi suoceri nonché nella sede della Imeg società intestata ad Agostino Gaglianone, un imprenditore che è ritenuto contiguo all'ex esponente dei Nar.

Nel provvedimento si sottolinea che presso questa società sono state riprese con telecamere scene in cui Carminati e la sua convivente Alessia Marini occultavano opere dietro teloni. Opere che sono firmate dalla scultrice Louise Nevelson.

Tra le opere trovate nell'abitazione di Carminati e dei suoceri vi sono nove sculture in legno o metallo del valore di 20-25 mila euro mentre altri dipinti ad olio su tela valutati tra i 15 e i 25 mila euro fanno parte di quanto posto sotto sequestro insieme con altre opere di valore variante dagli 80mila ai 150mila euro. Il sequestro preventivo è stato disposto nell'ambito di una nuova indagine aperta dalla Procura della Repubblica su 'Mafia capitale'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.