Roma, 200 suini senza acqua né aria di cui 30 morti: camionista denunciato per maltrattamenti

E' stato fermato sull'autostrada con un carico di oltre 200 suini, 30 dei quali morti per le terribili condizioni in cui erano tenuti. Un autotrasportatore è stato denunciato dalla polizia di Stato denunciato per il reato di maltrattamento di animali e gli sono state elevate sanzioni per l’ammontare di circa 17000 euro.

L’area di servizio 'Tirreno ovest' è stata la prima piazzola di sosta dove è stato possibile procedere al controllo di un mezzo pesante trasportante maiali. Quando sabato scorso gli agenti della Polizia Stradale hanno aperto i portelloni dell’autoarticolato si sono trovati davanti un carico di circa 200 suini, visibilmente in sovrannumero e privi dello spazio vitale necessario per coricarsi e per stare in posizione eretta.

Gli animali, caricati dalla Spagna in località Miralcamp, sono giunti al porto di Civitavecchia via mare da Barcellona, dopo ben 26 ore di viaggio - senza sosta - per poter poi raggiungere la loro destinazione finale per la macellazione a Palermo.

Dai controlli effettuati - in collaborazione con il servizio veterinario della ASL RM F di Civitavecchia - sono emerse numerose violazioni nel trasporto di animali vivi, volte anche a garantire il loro benessere, oltreché la qualità della carne che arriva sulle nostre tavole.

E’ stata infatti accertata l’assenza di una lettiera sufficiente per il viaggio, l’impianto di abbeveraggio non erogava l’acqua e gli animali erano ammassati ed in sovrannumero.

Dal punto di vista documentale sono emerse irregolarità circa l’errata pianificazione del viaggio e delle soste previste, la mancata autorizzazione al trasporto di animali vivi, nonché l’assenza del certificato di omologazione del rimorchio.