Home . Fatti . Cronaca . Delitto di città di Castello, arrestato il figlio della donna

Delitto di città di Castello, arrestato il figlio della donna

CRONACA
Delitto di città di Castello, arrestato il figlio della donna

E' stato arrestato Federico Bigotti, il figlio 21enne di Annamaria Cenciarini, la donna uccisa a Città di Castello lunedì scorso. L'arresto, come confermano i suoi legali, è stato effettuato ieri sera in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Sono stati i risultati contenuti nella relazione preliminare dei medici legali a inchiodare Federico Bigotti.

Il giovane aveva detto di aver visto la madre colpirsi da sola col coltello ma gli inquirenti non gli hanno mai creduto. Poi l'autopsia ha dissipato ogni dubbio. Impossibile che la donna abbia potuto colpirsi in quel modo: una dozzina di colpi, di cui uno grosso e profondo sulla gola sferrato da dietro, tanti colpi al cuore, tagli alla schiena, alle orecchie e alle spalle. Un taglio particolarmente violento al mento e tagli da difesa alle mani.

I carabinieri avevano escluso subito la possibilità dell'ingresso di un estraneo controllando porte e finestre, versione per altro mai proposta dal giovane arrestato. In casa con la madre c'era solo lui e tra i due c'erano moltissimi attriti dovuti allo stile di vita del giovane che la madre cercava di cambiare. Federico Bigotti è "molto scosso", secondo quanto riferito dai suoi avvocati Vincenzo Bochicchio e Francesco Areni che ieri mattina sono stati in carcere a trovarlo. I legali non hanno voluto rilasciare ulteriori commenti prima della lettura dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Perugia e richiesta dalla procura della Repubblica.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI