Home . Fatti . Cronaca . Guerrina Piscaglia, padre Graziano da oggi ai domiciliari in convento

Guerrina Piscaglia, padre Graziano da oggi ai domiciliari in convento

CRONACA
Guerrina Piscaglia, padre Graziano da oggi ai domiciliari in convento

Padre Graziano è uscito dal carcere, da oggi vivrà agli arresti domiciliari nel convento dei Premostratensi di Roma, in viale Giotto, l'ordine religioso a cui appartiene. Il frate congolese Graten Alabi è imputato di omicidio volontario nel processo davanti alla Corte d'Assise di Arezzo per la scomparsa di Guerrina Piscaglia da Ca' Raffaello, avvenuta il 1 maggio 2014. Padre Graziano si trovava nel carcere San Benedetto di Arezzo dallo scorso 23 aprile. In quel giorno di un anno fa fu arrestato proprio in quello stesso convento dove ora è tornato.

Il trasferimento è avvenuto con un furgone della polizia penitenziaria di Arezzo partito stamani intorno alle 7,30 dal carcere di via Garibaldi. Ad attendere Gratien Alabi c'erano l'abate generale dei Premostratensi, padre Thomas Handgrattinger, i suoi avvocati di fiducia, Francesco Zacheo e Riziero Angeletti, il consigliere diplomatico del Congo, Osango Benjamin.

A padre Graziano è stato applicato il braccialetto elettronico che lo controllerà durante gli arresti domiciliari, che gli erano stati concessi lo scorso 8 dicembre dal Tribunale del Riesame di Firenze.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.