Home . Fatti . Cronaca . Un villaggio sulla Luna? Woerner (Esa): "Idea seria, stiamo lavorando"

Un villaggio sulla Luna? Woerner (Esa): "Idea seria, stiamo lavorando"

CRONACA
Un villaggio sulla Luna? Woerner (Esa): Idea seria, stiamo lavorando

villaggio lunare in 3D (Foto ESA)

L'Europa dello spazio sogna di realizzare "un Moon Village", un villaggio, una "città lunare che sia aperta a tutti". E non è solo 'un sogno nel cassetto' ma "un'idea seria a cui l'Esa sta lavorando". E' stato il nuovo Dg dell'Agenzia Spaziale Europea, Jan Woerner, a rivelarlo, parlando oggi, nel corso del suo primo viaggio in Italia, alla conferenza 'Spazio 4.0' sulla competitività europea nelle attività spaziali internazionali, promossa a Roma dalla Sapienza, alla Facoltà di Ingegneria.

E la prospettiva che possa davvero sorgere un villaggio lunare per Woerner è dunque possibile, quando terminerà l'impegno europeo sulla Stazione Spaziale Internazionale. "E' un sogno -ha spiegato- come quello che aveva John Fitzgerald Kennedy. Quando parlava di portare l'uomo sula Luna, Kennedy aveva un sogno, non aveva idea di quali tecnologie e sistemi sarebbero stati necessari, poi questo sogno si è avverato". Allo stesso modo, "parlo di un sogno ma con un'idea seria e stiamo lavorando seriamente in questa direzione" ha rimarcato. Anche se il nuovo numero uno dell'Esa, tedesco, 60 anni ed ex chairman del board esecutivo della Dlr, non si è però sbilanciato sui particolari del progetto.

"L'astrofisico britannico Stephen William Hawking dice che 'l'umanità per salvarsi deve lasciare la Terra', e Marte potrebbe essere la prossima sfida, ma raggiungere il pianeta rosso è davvero una sfida enorme perchè dobbiamo pensare a realizzare sistemi di propulsione che ci portino così lontano nello spazio, sistemi di sicurezza, apparati per la salute degli astronauti, psicologi, protezioni dalle radiazioni, sistemi comunicazione" ha evidenziato Woerner. Inoltre "per andare su Marte servono due anni di viaggio, mentre per raggiungere la Luna basta una settimana" ha aggiunto il Dg dell'Esa ricordando che la Nasa sta lavorando al maxi progetto 'Journey to Mars' per mandare uomini su un asteroide nel 2025 e poi su Marte nel 2030.

Intanto l'Esa già dal 2013, in collaborazione con partner industriali, sta lavorando alla possibilità di realizzare delle 'abitazioni' lunari con la stampa 3D, utilizzando materiali direttamente prelevati sulla Luna, dimostrando, come riporta la stessa Agenzia spaziale europea, che "in linea di principio" questa tecnologia si può realizzare.

Realizzare un Moon Villagge, un villaggio lunare, è un progetto che attira pienamente anche l'Agenzia Spaziale Italiana. "Crediamo che l'obiettivo degli europei a lungo termine sia raggiungere Marte, ma la Nasa, nel suo programma verso il pianeta rosso, prevede anche fasi intermedie di atterraggi sulla Luna con robot e uomini, obiettivo a cui siamo interessati" ha affermato il presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston che, per la grande sfida di portare l'uomo su Marte, ritiene importante una cooperazione internazionale ad ampio raggio.

"Credo -ha detto Battiston- che l'Europa avrebbe tutta la capacità di attrarre l'interesse di grandi paesi come la Cina, l'Indi a o i Paesi Arabi in questa sfida". L'Esa, ha proseguito, "ha tutte le capacità e l'Italia ritiene che la sfida di Marte vada perseguita e rappresenti "quel salto tecnologico e verso il progresso che ha rappresentato la conquista della Luna da parte dell'uomo". E "su Marte -ha chiuso Battiston- ci si va tutti insieme".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.