Home . Fatti . Cronaca . Alberghi stellati, profumi e camicie: è lusso pet

Alberghi stellati, profumi e camicie: è lusso pet

CRONACA
Alberghi stellati, profumi e camicie: è lusso pet

(Xinhua)

Alberghi stellati, spa con idromassaggio, ma anche camicie e polo in versione cagnolino, trasportini per l'aereo e profumi per la toelettatura. Il settore del lusso ha conquistato il mondo pet con un elevato giro d'affari, mentre il mercato dei prodotti per l'alimentazione e la cura degli animali da compagnia in Italia ha chiuso il 2014 con un giro d'affari di 1.830 milioni di euro e un totale di 544.000 tonnellate commercializzate, secondo l'ultimo rapporto Assalco-Zoomark.

"Sono proprio prodotti e servizi a cinque stelle ad andare meglio, nonostante prezzi tutt'altro che abbordabili - rileva un'analisi del 'Giornale' - Basti pensare che alloggiare in un albergo a cinque stelle a misura di animale può costare da 84 a 200 euro a notte". Mentre se "si passa alla manicure per i cani si scopre che una boccetta di smalto costa otto dollari, il doppio dei quattro che si sborsano per un equivalente 'umano' di medio livello". Se poi "si dà un'occhiata al comparto degli abiti e accessori firmati si scopre che i proprietari di cani e gatti sono pronti a fare vere e proprie follie per averli griffati dalla testa alla coda. E così il trasportino di una famosissima maison di moda costa 720 euro".

La ragione per cui si sente il bisogno far vivere nel lusso anche gli animali "è affettiva - spiega Marco Melosi, presidente di Anmvi e medico veterinario­. Le persone dimostrano amore verso gli animali ricorrendo ai propri codici di comportamento sociale. Certamente in alcune di loro ci sono forme di compensazione affettiva, solitudine, forme di stress e persino nevrosi. Sono situazioni limite. Comunque il medico veterinario si accorge facilmente se il rapporto con l'animale non è in equilibrio". L'eccesso di attenzioni, infatti, non comporta necessariamente il bene dei nostri amici a 4 zampe. "L'antropomorfizzazione, anche ammettendo la buona fede del proprietario, può infatti prendere una deriva contraria alle esigenze etologiche - avverte l'esperto - Per noi umani, il superfluo può sembrare necessario, ma per gli animali non lo è mai".

Dunque ben vengano amore e coccole per cani e gatti, ma nel rispetto della loro natura.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI