Follie di primavera, aria fredda dalla Russia in arrivo: neve fino in pianura

Meteo pazzo e marzo folle. Più ci si avvicina alla primavera e più sembra tornare l'inverno. Per la terza emissione consecutiva il modello europeo ECMWF propone uno squarcio invernale tra il 15 e il 18 marzo prossimi. E' in arrivo una rapida incursione di un nucleo di aria piuttosto fredda proveniente dalla Russia. L'azione dovrebbe prendere corpo tra 3/4 giorni circa. Previste nubi e piogge diffuse su buona parte dell'Italia. E neve, anche a bassa quota. E' il quadro tracciato dagli esperti del sito ilmeteo.it

La neve dovrebbe cadere su tutto il Piemonte e parte della Liguria sopra i 200 metri, sull'Emilia e fino in Valle su Alpi e Prealpi in genere. Altra neve collinare è possibile sull'Appennino centro-settentrionale intorno ai 400/600 metri e fiocchi inizialmente anche sul Sud Appennino intorno agli 800/1000 m.

Secondo l'analisi degli esperti, l'evoluzione successiva prevederebbe uno spostamento del vortice instabile verso il Nord Italia e poi in sfondamento verso la Francia e Ovest Europa. Ciò significherebbe, dopo una iniziale e moderata azione fredda anche sulle regioni centro-meridionali, l'insorgenza di correnti più miti meridionali su queste aree, condizioni per piogge, ma con temperature in aumento.

PREVISIONE A MEDIO TERMINE - Il freddo potrebbe persistere di più al Nord, fino al 18, e consentire altre nevicate a bassa quota o localmente ancora in pianura al Nord, specie sul Piemonte.