Home . Fatti . Cronaca . "Prof di ginnastica inadeguati come presidi", è bufera su sindacalista

"Prof di ginnastica inadeguati come presidi", è bufera su sindacalista

CRONACA
Prof di ginnastica inadeguati come presidi, è bufera su sindacalista

(Fotogramma)

Un dirigente che proviene dal ruolo di educazione fisica non sarebbe in grado di valutare i docenti da inserire nel proprio organico. E' polemica per l'affermazione di un sindacalista nel corso di un'assemblea convocata con oltre un centinaio di insegnanti nel distretto di San Marco Argentano, nel cosentino. L'incontro era stato convocato da Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Fic-Cgil. Un sindacalista ha suscitato le ire dei docenti di educazione fisica presenti e in segno di protesta, la vicepreside del liceo classico 'P. Candela' di San Marco Argentano, Cinzia Giordano, ha lasciato l'aula.

"Mentre si parlava della Buona Scuola e della possibilità per i dirigenti di chiamare i docenti a far parte della propria squadra, al sindacalista esce una frase infelice sull’inadeguatezza dei dirigenti che provengono dal ruolo di educazione fisica - racconta all'Adnkronos la docente - Poi ha cercato di correggere il tiro ma la sostanza non cambia, ha affermato 'nulla da dire sulla loro cultura, ma è diversa, certamente non idonea a valutare la preparazione dei docenti da scegliere per inserirli nel proprio organico', io mi sono sentita offesa da docente di educazione fisica e mi sono alzata in segno di protesta dicendo ad alta voce che lasciavo l'aula".

Al termine dell'incontro, nessuna richiesta di chiarimento né scuse da parte del sindacalista. "Trovo vergognoso il fatto in sé, chi si siede a un tavolo sindacale non può essere preso da pregiudizi come quelli espressi", racconta a mente fredda Cinzia Giordano. A suo avviso la scelta di un dirigente scolastico sui docenti non dovrebbe essere dettata dalle competenze specifiche sulle materie "anche perché un dirigente non è certo un tuttologo, cosa succede allora quando un dirigente di formazione classica deve scegliere un docente di estimo?", ma si basa su altri parametri quali "didattica, rapporto didattico, utilizzo della didattica innovativa, non certo cultura".

Anzi, aggiunge Giordano, "se un sindacalista fa quei discorsi discriminatori e pregiudizievoli forse è proprio lui a non avere cultura. Mi chiedo come faccia uno con tutti questi pregiudizi a sedersi ai tavoli sindacali".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.