Home . Fatti . Cronaca . Strage bus in Spagna, ragazza ferita torna a casa. La mamma: "Miracolati"

Strage bus in Spagna, ragazza ferita torna a casa. La mamma: "Miracolati"

CRONACA
Strage bus in Spagna, ragazza ferita torna a casa. La mamma: Miracolati

(Foto Afp)

"Siamo stati miracolati, poteva restare paralizzata, era il nostro incubo, invece anche questo rischio è scongiurato". Così, visibilmente sollevata, Consolata Bianco la mamma di Annalisa Riba, la giovane studentessa rimasta coinvolta nell'incidente del bus Erasmus in Spagna in cui hanno perso la vita 7 studentesse italiane.

A Roma l'addio a Elisa. Il papà: "Ringrazio Papa Francesco e l'Italia"

Scortata dai vigili urbani, la studentessa torinese 21enne è arrivata nel primo pomeriggio al Cto di Torino. "Annalisa sta bene, ha sopportato bene il viaggio, è stata visitata dai traumatologi e dai chirurghi vertebrali, per ora è sufficiente il tutore che le è stato applicato, non è necessario alcun intervento perché la vertebra lesionata è ben allineata e in serata verrà trasferita nel reparto di chirurgia vertebrale", ha fatto sapere il primario del Dea del Cto, Maurizio Berardino. "Non ci sono segni neurologici - ha aggiunto il medico - per la ripresa ci vorranno un paio di mesi".

Ringraziando il consolato spagnolo, le autorità, il sindaco Fassino, il presidente Renzi "per la sensibilità dimostrata, si è comportato da padre", e l'aeronautica che ha riportato in Italia la figlia, Consolata Bianca ha aggiunto: "Annalisa è una ragazza forte, chiede in continuazione di Serena , vuole sapere delle sue amiche, non sa ancora nulla di quello che è successo loro, anche se ricorda tutto dell'incidente, abbiamo iniziato un percorso con gli psicologi per evitare altri traumi. Mi ha già detto che vuole tornare in Spagna perché non vuole perdere l'anno, ha tanta grinta", ha concluso.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI