Home . Fatti . Cronaca . Roma, striscione in via Candoni: "Chiudiamo il campo rom"

Roma, striscione in via Candoni: "Chiudiamo il campo rom"

CRONACA
Roma, striscione in via Candoni: Chiudiamo il campo rom

"Via Candoni: amianto e roghi tossici chiudiamo il campo rom". Questo lo striscione affisso nella notte dai militanti del movimento Prima Roma questa notte nelle vicinanze del campo nomadi.

"Da circa tre anni - dichiarano in una nota Brian Carelli, portavoce del movimento, e Emiliano De Bellis, portavoce per il Municipio XI - segnaliamo con lettere ed esposti una situazione come quella di via Candoni ormai diventa insostenibile, abbiamo denunciato gli enormi rischi per la salute procurati dai continui roghi tossici ai quali vanno incontro cittadini e lavoratori del confinante deposito Atac. Da qualche giorno l'Usl di Civita Castellana ha certificato anche la presenza di amianto. Non si può più aspettare, il campo deve essere chiuso. Presenteremo un nuovo esposto anche al nucleo tutela ambiente dei carabinieri. Il presidente del municipio Veloccia in questi anni ha totalmente lasciato inascoltati i numerosi appelli ad intervenire affinché la situazione non degenerasse. È il responsabile di questo disastro, dovrebbe vergognarsi a ripresentarsi come candidato per il governo di questo territorio".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI