La moglie di Johnny Depp si dichiara colpevole di trasporto illegale

La moglie di Johnny Depp, Amber Heard, si è dichiarata colpevole oggi nel giudizio dove è imputata per aver introdotto illegalmente due cani in Australia l'anno scorso. Gli avvocati della Heard hanno sorpreso il tribunale pochi minuti dopo l'apertura dell'udienza, cambiando la dichiarazione dell'imputata in 'colpevole'. La donna è accusata davanti al tribunale di Southport di aver falsificato il suo certificato di immigrazione nell'aprile dell'anno scorso, per non dichiarare che viaggiava con due cagnolini di razza Yorkshire, in occasione della sua visita in Australia in un jet privato per accompagnare il marito, che doveva girare l'ultimo capitolo della saga 'I Pirati dei Caraibi'.

Al cambio di dichiarazione, la procura ha lasciato cadere le accuse a suo carico di importazione illegale di cani, come rende noto oggi il quotidiano 'Brisbane Times'. Heard rischiava, in origine, una sentenza che la poteva condannare a dieci anni di prigione, e una multa di 100mila dollari australiani (circa 68mila euro).

Depp non ha rilasciato dichiarazioni alla stampa, passando velocemente davanti a circa 30 giornalisti accorsi davanti al tribunale stamattina. L'attore ha raggiunto in fretta una limousine nera vestito in abito, camicia e cravatta nera. Heard, vestita con un abito nero e una camicia color crema, ha detto semplicemente che stava "bene, grazie".

Fuori dal palazzo di Giustizia della cittadina australiana c'erano diversi fan dell'attore, che gridavano "Vai Johnny, ti amiamo!". Il giudizio durerà quattro giorni e Depp potrebbe comparire come testimone, ma dopo l'accordo dell'ultimo momento con la procura, il caso potrebbe risolversi entro la giornata di oggi. Il magistrato Bernadette Callaghan si è ritirato per vedere un video, girato dalla Heard, in cui l'attrice "esprime il suo pentimento", ha riferito il canale Abc.

Heard era accusata di due reati, l'importazione illegale di animali e di aver prodotto documentazione falsa con l'intento di far entrare illegalmente nel paese i suoi due Yorkshire terriers, Pistol e Boo, nell'aprile dello scorso anno. L'Australia ha delle leggi sulla quarantena molto restrittive. Lo scorso maggio il ministro dell'Agricultura Barnaby Joyce aveva dichiarato che nessuno -neanche se si trattava dell'attore Johnny Depp- avrebbe potuto violare le leggi.