Home . Fatti . Cronaca . "Volevano colpire l'ambasciata di Israele a Roma", sei arresti per terrorismo /Video

"Volevano colpire l'ambasciata di Israele a Roma", sei arresti per terrorismo

CRONACA
Volevano colpire l'ambasciata di Israele a Roma, sei arresti per terrorismo /Video

Vasta operazione antiterrorismo nei confronti di 6 presunti estremisti islamici, alle prime ore di questa mattina, in diverse province della Lombardia e del Piemonte. Moutaharrik (uno degli arrestati oggi, ndr) voleva colpire un attentato all'Ambasciata di Israele in Roma, chiarendo di avere contattato soggetto albanese per procurarsi le armi, non riuscendo nell'intento. Questa la conversazione intercettata ad Moutaharrik: "Ci sono tante, tante storie, amico mio io una volta mi sono alzato e messo a progettare .. ho detto che voglio picchiare (inteso come colpire e far esplodere) Israele a Roma. Si ... l 'Ambasciata. .. e sono andato da un ragazzo albanese a Varese e gli ho detto di procurarmi una pistola, la volevo comprare da lui e forse lui si è insospettito di me e mi ha girato le spalle, quante volte l'ho chiamato ma mi ha trovato la pistola, mi ha trovato la pistola, ma lui .....questo che ti dicevo era nell'anno 2009".

Le persone arrestate comunicavano tra loro soprattutto "attraverso audio pre-registrati poi inviati su WhatsApp ", ha aggiunto Romanelli.

A dare l'ordine di colpire è stato Mohamed Koraici, che da tempo ha raggiunto con la moglie italiana e i tre figli lo Stato islamico dove è combattente: proprio queste sollecitazioni ad agire hanno determinato gli inquirenti a eseguire gli arresti con urgenza.

Tra i 6 destinatari dell'ordine di arresto disposto dal gip di Milano, Manuela Cannavale, c'è quindi anche la coppia sparita circa un anno fa da Bulciago, in provincia di Lecco: Mohamed Koraici, marocchino di 32 anni, e Alice Brignoli, 39enne italiana che si è convertita all'Islam con il nome di Aisha.

I due risultano latitanti: non si ha più nessuna notizia di loro dal febbraio 2015 quando, stando alle indagini condotte dal pool dell'antiterrorsimo di Milano, sarebbero partita per la Siria insieme ai tre figli.

L'operazione ha visto impegnata la polizia di Lecco, Varese e Milano, insieme al Servizio Centrale Antiterrorismo della Dcpp/ Ucigos e al Ros dei Carabinieri, supportato dai comandi territorialmente competenti.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI