Home . Fatti . Cronaca . 'Ndrangheta, confiscati beni per 18 milioni alla cosca Marando

'Ndrangheta, confiscati beni per 18 milioni alla cosca Marando

CRONACA
'Ndrangheta, confiscati beni per 18 milioni alla cosca Marando

(Fotogramma)

La Corte d’Appello di Torino ha confermato la confisca dei beni per circa 18 milioni di euro a persone riconducibili alla cosca della 'ndrangheta Marando, egemone per anni in Piemonte e facente parte della consorteria Perre-Marando-Agresta, strettamente legata alla famiglia dei Barbaro di Platì.

Tra i beni confiscati ci sono appartamenti, ville e terreni in Piemonte, Lombardia, Lazio e Calabria. Confiscato anche l’immobile a Volpiano, via Lombardore, teatro nel giugno 1997 del triplice omicidio dei fratelli Antonio e Antonino Stefanelli e di Francesco Mancuso, per il quale Domenico Marando è stato condannato con sentenza definitiva.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI