Home . Fatti . Cronaca . "Quando morirò? Esistono gli ufo?", le 20 domande più assurde fatte a Google

"Quando morirò? Esistono gli ufo?", le 20 domande più assurde fatte a Google

CRONACA
Quando morirò? Esistono gli ufo?, le 20 domande più assurde fatte a Google

(Afp)

"Sì, l'ho googlato" ammetteva con imbarazzo la protagonista del film 'I love shopping' al suo capo mentre veniva beccata a chiedere consiglio a Google su come scrivere un articolo sui tassi di interesse. E chissà quante volte, per cercare un consiglio, avete chiesto aiuto proprio al famoso motore di ricerca. Ma se è vero che Google non può rispondere a tutte le richieste, questo non significa che gli utenti rinuncino a interrogarlo sugli argomenti più disparati. A raccogliere le 20 domande più assurde chieste a Google ha pensato il portale 'Digitaloft', che usando il completamento automatico del motore di ricerca e le parole chiave, ha stilato una lista delle domande più improbabili digitate ogni mese.

1. "Sono incinta ?" Al primo posto, con 90.500 ricerche mensili, spicca questa domanda, come se Google potesse sostituire il classico test di gravidanza.

2. "Come torno a casa ?" La richiesta potrà sembrare banale, eppure appena viene formulata, il motore di ricerca apre un box con la scritta 'Dov'è casa?' per aiutare gli utenti che si sono persi. Le ricerche, ogni mese, sono 49.500.

3. "Esistono gli alieni ?". Con le recenti dichiarazioni della Nasa, secondo le quali entro il 2025 verranno trovati gli alieni, sembra che circa 50.000 persone ogni mese vogliano saperne di più.

4. "Fare peti permette di bruciare calorie?" Non sarebbe certo male poter bruciare calorie solo con la flatulenza, però non è vero che se ne eliminano 67 ogni volta. Benché assurda, la domanda viene posta 49.500 volte al mese.

5. "Quando morirò?" Nonostante Google non predica il futuro, né eventi funesti come la morte, ogni mese la domanda viene effettuata 49.500 volte.

6. "Perché gli uomini hanno i capezzoli?" Tutti sanno che anche gli uomini hanno i capezzoli, ma ci sono migliaia di persone che sono determinate a scoprirne i motivi. Le richieste in questo caso ammontano a 22.200 ogni mese.

7. "I pinguini hanno le ginocchia?" Se pensate che a nessuno possa interessare una domanda simile dovrete ricredervi: il numero di ricerche mensili supera la soglia di 18.000.

8. "Perché esistiamo?". Stavolta scende a 8.100 il numero di richieste mensili per trovare risposta a una delle domande più antiche del mondo.

9. "Esiste la fatina dei denti?" E' un po' come chiedere se Babbo Natale è reale, e del resto non avete bisogno di conferme: chi non ha mai lasciato il dente sotto il cuscino per trovare, il mattino seguente, qualche banconota? Sicuramente non gli 8mila utenti che ogni mesi interrogano Google.

10. "I maiali sudano?". Numero di domande al mese: 8.100.

11. "Il mio sedere dimostra 40 anni?" "Certo che no" si aspetterebbe di leggere ogni donna su Google dopo aver posto la fatidica domanda. Numero di ricerche mensili: 8.100.

12. "La Terra è piatta?" Probabilmente non tutti hanno studiato storia e geografia da piccoli: di sicuro non ne sono convinti quelli che cercano di scoprirlo ogni mese. Le richieste ammontano a 8.100.

13. "Sono uno psicopatico?" Il caro, vecchio Dottor Google si trasforma in psichiatra 5.400 volte al mese.

14. "Perché la mia macchina non parte?". Sì, Google all'occorrenza diventa anche meccanico. Numero di richieste al mese: 4.400.

15. "Gli uomini hanno le mestruazioni?" 3.600 richieste al mese. Probabilmente dalle stesse persone che cercano di scoprire se la Terra è piatta.

16. "I vermi hanno gli occhi?" è invece digitata 2.900 volte al mese.

17. "Gli uomini possono rimanere 'incinti'?" è 'googlata' 2.900 volte al mese.

18. "Cosa succede se bevo sangue?" Che siano gli effetti di 'Twilight' non è certo, eppure Mr Google riceve questa domanda 880 volte al mese.

19. "Posso sposare mio cugino?". Come per il sangue, anche questa domanda viene posta al motore di ricerca 880 volte ogni mese.

20. "Perché il mio capo mi odia?". Invece che digitarlo 170 volte al mese, forse sarebbe il caso di chiederlo al diretto interessato.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI