Home . Fatti . Cronaca . Napoli, picchia la compagna poi tenta il suicidio lanciandosi dalla finestra

Napoli, picchia la compagna poi tenta il suicidio lanciandosi dalla finestra

CRONACA
Napoli, picchia la compagna poi tenta il suicidio lanciandosi dalla finestra

(Foto Fotogramma)

Picchia la compagna e quando la Polizia si presenta in casa tenta di buttarsi dalla finestra. E' finito in manette, ma è stato salvato dagli agenti del Commissariato Scampia, un marocchino di 31 anni. I poliziotti erano intervenuti in via Caprera dove era stata segnalata una lite in famiglia con una donna ferita. Giunti sul posto, gli agenti hanno trovato una donna in evidente stato di panico e con chiari segni di percosse. Con lei c'era in casa il compagno che nel corso delle operazioni di identificazione, con una mossa fulminea si è lanciato verso la finestra della camera da letto dell’appartamento, al quinto piano del palazzo, con l'intento di lanciarsi nel vuoto.

Gli agenti sono riusciti ad afferrare lo straniero, uno per il piede e l’altro per la cintura dei pantaloni, quando ormai l'uomo era già fuori dalla finestra a testa in giù.

Nelle fasi investigative successive, sono emersi i maltrattamenti del marocchino, che da anni la picchiava e la costringeva a consegnargli i soldi per comprare droga. L’uomo era stato già arrestato per fatti simili nel gennaio del 2014: all'epoca il marocchino tentò di uccidere una vicina che era accorsa in aiuto della convivente mentre lui la stava picchiando. Successivamente lo straniero è stato scarcerato ed è tornato a convivere con la donna nonostante un ordine del Questore di Napoli a lasciare il territorio nazionale.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI