Home . Fatti . Cronaca . Napoli, automobilisti minacciati per ottenere denaro: sospesi 13 agenti Polizia stradale

Napoli, automobilisti minacciati per ottenere denaro: sospesi 13 agenti Polizia stradale

CRONACA
Napoli, automobilisti minacciati per ottenere denaro: sospesi 13 agenti Polizia stradale

Fotogramma

La Polizia stradale di Napoli ha eseguito 13 misure cautelari personali nei confronti di altrettanti agenti e sottufficiali della sezione Polizia stradale di Napoli, ai quali sono contestati i reati di concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità, abuso d'ufficio, falsità ideologica commessa da pubblici ufficiali in atti pubblici, simulazione di reato e danneggiamento aggravato.

Le indagini coordinate dalla Procura di Nola (Napoli) sono scattate a seguito della denuncia di un imprenditore che lamentava di essere vittima di continue richieste di denaro da parte di operatori della Polizia stradale che presidiavano il suo deposito. Dalle indagini, effettuate attraverso acquisizioni documentali, intercettazioni ambientali e video, è così emerso che alcuni poliziotti intimorivano le persone fermate per un controllo stradale, contestando vere o presunte infrazioni al Codice della strada in maniera tale da ottenere un assoggettamento psicologico delle vittime inducendole infine a consegnare loro somme di denaro, a volte cifre modeste e "parametrate" a quelle che ritenevano essere le condizioni economiche delle vittime.

In un caso, nella zona di Lago Patria, è stato inscenato un finto conflitto a fuoco denunciando che, da un veicolo fermato per controlli, era stato aperto il fuoco contro gli agenti che a loro volta avevano risposto, questo al fine di ottenere riconoscimenti per la loro attività di polizia. Per i 13 poliziotti, nei confronti dei quali sono stati raccolti gravi indizi di colpevolezza, è stata eseguita la misura cautelare della sospensione dall'esercizio delle funzioni.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI