Home . Fatti . Cronaca . Spari contro l'azienda di Andrea Bacci, amico della famiglia Renzi

Spari contro l'azienda di Andrea Bacci, amico della famiglia Renzi

CRONACA
Spari contro l'azienda di Andrea Bacci, amico della famiglia Renzi

(FOTOGRAMMA)

Nuovo atto intimidatorio contro l'imprenditore fiorentino Andrea Bacci, patron della Lucchese e amico della famiglia dell'ex premier Matteo Renzi. La scorsa notte ignoti hanno esploso due colpi di pistola contro una vetrata della ditta 'Ab Florence' di Scandicci (Firenze), specializzata nell'ideazione, sviluppo e realizzazione di prodotti di pelletteria, di cui Bacci è titolare.

Altri tre colpi sono stati esplosi contro l'insegna dell'azienda, che ha sede alle porte di Firenze, nel distretto produttivo delle griffe. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della scientifica per i rilievi. Secondo le prime informazioni, i militari dell'Arma ipotizzano che il nuovo atto intimidatorio sia stato compiuto tra l'1:30 e le 4 del mattino.

Ieri, intorno alle 11, altri due colpi di pistola erano stati esplosi contro l'auto Mercedes di proprietà di Bacci, parcheggiata nel resede della ditta 'Ab Florence': i colpi hanno mandato in frantumi i vetri dell'auto. Nella vettura non c'era nessuno e Bacci non era presente nella ditta al momento dell'azione intimidatoria. Un proiettile è rimbalzato e ha colpito una finestra dell'azienda: ciò ha fatto scattare l'allarme da parte di un dipendente. Sul posto sono arrivati subito i carabinieri per i rilievi del caso.

Sulla vicenda la Procura della Repubblica di Firenze, diretta dal procuratore capo Giuseppe Creazzo, ha aperto un fascicolo. Al momento si indaga per minacce e porto abusivo di pistola in luogo pubblico. Ma tutte le piste sono aperte, hanno precisato gli investigatori.

L'imprenditore, con altre sei persone, risulta indagato in un'inchiesta della Guardia di Finanza di Firenze per reati che vanno dalle false fatture al ricorso abusivo del credito. Bacci è stato indagato come amministratore della 'Coam' di Rignano sull'Arno, una società di costruzioni edili che ha avuto accesso alla procedura fallimentare. Lo scorso 10 gennaio, Bacci è stato perquisito dalla Guardia di Finanza, su ordine della Procura di Firenze nell'ambito dell'indagine condotta dal pm Christine Von Borries.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.