Home . Fatti . Cronaca . 'Patata bollente', bufera su Libero. Raggi: "Chiederò risarcimento"

'Patata bollente', bufera su Libero. Raggi: "Chiederò risarcimento"

CRONACA
'Patata bollente', bufera su Libero. Raggi: Chiederò risarcimento

(Afp)

'Patata bollente'. Libero apre in prima pagina con un articolo a firma di Vittorio Feltri sulla sindaca di Roma Virginia Raggi e il titolo attira una valanga di critiche dagli utenti social, che accusano di sessismo il quotidiano. La prima cittadina della capitale, attraverso un post su Facebook, ha annunciato che chiederà un risarcimento: "C’è un retro-pensiero che offende non soltanto me ma tante donne e tanti uomini. Voglio soltanto svelare un segreto a questi fini intellettuali: un sindaco può essere anche donna!".

Intanto da questa mattina sono in tantissimi infatti a esprimere solidarietà al sindaco su Twitter e Facebook, scagliandosi contro il giornale definito di post in post "imbarazzante", "vergognoso", "scandaloso", "discutibile", "becero" e "comico". Un'indignazione per una volta bipartisan, visto che accomuna non solo i sostenitori di Raggi, ma anche e soprattutto i suoi oppositori, che vedono nel titolo - e nell'articolo che parla di una sindaca "nell'occhio del ciclone per le sue vicende comunali e personali" - un'ulteriore sponda offerta ai grillini per attaccare la stampa e i cronisti. Unanime anche l'appello all'Ordine dei Giornalisti e al suo presidente Enzo Iacopino per chiedere di sanzionare in modo esemplare il giornale per l'ennesimo titolo provocatorio.

Feltri: "'Patata bollente' anche per Ruby e nessuno disse niente"

Da Facebook arriva anche la vicinanza di Beppe Grillo alla sindaca di Roma: "Massima solidarietà - scrive il leader pentastellato - alla nostra Virginia. Questa è l'informazione italiana". A fargli eco in un tweet è Luigi Di Maio: "Non so se sia sessismo o semplice idiozia, in ogni caso mi fa schifo. La mia solidarietà a Virginia Raggi. La stampa ha superato ogni limite". Tra gli altri post in difesa della sindaca, anche quello della deputata pentastellata Roberta Lombardi che parla di "attacco sessista" da parte del "deplorevole" Libero.

E ad esprimere una netta condanna e vicinanza alla sindaca non sono solo i compagni di partito. Su Twitter infatti arriva anche il commento della presidente della Camera Laura Boldrini, che esprime "Piena solidarietà alla sindaca Virginia Raggi per volgarità sessista del quotidiano Libero. Questo è giornalismo spazzatura". "Libero sì, ma non di insultare volgarmente con allusioni oscene. Vittorio Feltri chieda scusa a Virginia Raggi", twitta il presidente del Senato Pietro Grasso.

"Questa prima pagina fa semplicemente schifo. Solidarietà a Virginia Raggi", rilancia il presidente del Pd Matteo Orfini, seguito dall'ex candidato sindaco di Roma Roberto Giachetti, che scrive: "La prima pagina di Libero è una schifezza, senza se e senza ma".

Chiamato in causa dai lettori indignati e dai colleghi, Enzo Iacopino, presidente dell'Odg, interviene nella polemica esprimendo solidarietà alla sindaca: "Trovo disgustoso - scrive - quel che appare oggi su 'Libero', riferito allusivamente alla vita privata di Virginia Raggi. Debbono essermi sfuggite le reazioni delle signore che insorgono indignate quando si ironizza o si fanno battute volgari sulle donne".

"Attendo di vedere chi vincerà il premio 'l’imbecille di turno' considerando questa mia dichiarazione un attacco alla libertà di stampa", conclude il presidente.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI