Trump, Gentiloni, Renzi e Raggi 'sfilano' a Viareggio

Inizia domenica 12 febbraio il Carnevale di Viareggio. Fino al 5 marzo la città si trasforma nella fabbrica del divertimento, tra sfilate di giganti di cartapesta, feste notturne, spettacoli pirotecnici, veglioni, rassegne teatrali, appuntamenti gastronomici e grandi eventi sportivi mondiali. Il presidente americano Donald Trump, il premier Paolo Gentiloni, il leader del Pd Matteo Renzi e la sindaca di Roma Virginia Raggi sono tra i protagonisti delle costruzioni allegoriche realizzate dai maghi della cartapesta.

I costruttori dei carri, con la loro geniale satira, avevano già previsto l'elezione di Trump e tra i progetti studiati la scorsa primavera anche un carro di prima categoria e due maschere isolate sul presidente degli Stati Uniti.

In 'Bang bang' dei fratelli Umberto e Stefano Cinquini campeggia un gigantesco volto di Trump con il suo inconfondibile ciuffo biondo, sul quale balla una Statua della Libertà con in mano una pistola.

In 'Mad Donald Trump' di Michele Cinquini e Silvia Cirri, il presidente Usa divora Hillary Clinton infilata in un hamburger. Le gaffe dell'inquilino della Casa Bianca ispirano anche 'Lo S… trump… alato' di Rodolfo Mazzone. Il tutto mentre la Cina si rivela sempre più super potenza economica, a discapito degli Stati Uniti, come racconta Roberto Vannucci con il carro 'Chinatown Street', che descrive in chiave satirica l’avanzata del più grande Paese orientale, ormai culminata nella trasformazione di Wall Street in Chinatown Street.

Tra i più 'bersagliati' dai costruttori viareggini l'ex premier Matteo Renzi, raffigurato sia nei panni di un boy-scout che inaugura la Salerno Reggio Calabria (nell'opera allegorica di Luca Bertozzi) sia come produttore di una particolare cioccolata (sul carro di Edoardo Ceragioli) con in mano una marionetta con il volto del premier Paolo Gentiloni.

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, è per Erica Cerri una veterinaria che cerca di curare la malata Lupa capitolina. E proprio alla prima cittadina Virginia Raggi la presidente della Fondazione Carnevale di Viareggio Maria Lina Marcucci e le artiste della cartapesta, nell'esprimere solidarietà per "il titolo inadeguato" riservatole da un quotidiano nazionale, rinnova l'invito ad essere ospite al Carnevale.

Tra i temi affrontati dai costruttori anche lo scioglimento dei ghiacciai, la burocrazia imperante, la ricerca di una vita migliore su un pianeta X, la storia di San Francesco e il dramma dei migranti.

Il Carnevale di Viareggio compie 144 anni. Sui viali a mare sfileranno 9 carri di prima categoria, 4 di seconda, 9 mascherate di gruppo, 15 maschere isolate. A bordo di ogni carro di prima categoria ballano fino a 250 figuranti in maschera. A realizzare le opere allegoriche sono i Maestri costruttori viareggini.

Oltre 25 ditte artigiane, con più di centocinquanta persone impegnate nella creazione di veri e propri teatri viaggianti. In molti casi si tratta di figli d'arte che hanno ereditato da padri e nonni le abilità e i segreti di un mestiere unico al mondo. Alti oltre 20 metri, larghi dodici, i carri sono creati per stupire il pubblico e la selezionatissima giuria che ogni anno, alla fine del Carnevale, stila la classifica di merito, decretando vincitori e vinti.