Home . Fatti . Cronaca . Oggi niente musi lunghi, si festeggia la felicità

Oggi niente musi lunghi, si festeggia la felicità

CRONACA
Oggi niente musi lunghi, si festeggia la felicità

Foto di repertorio (Fotogramma)

Oggi è la Giornata internazionale della Felicità. A istituirla, nel 2012, è stata l'Assemblea generale dell'Onu. Nella risoluzione si legge: "L'Assemblea generale [...] consapevole che la ricerca della felicità è un scopo fondamentale dell'umanità, [...] riconoscendo inoltre di un approccio più inclusivo, equo ed equilibrato alla crescita economica che promuova lo sviluppo sostenibile, l'eradicazione della povertà, la felicità e il benessere di tutte le persone, decide di proclamare il 20 marzo la Giornata Internazionale della Felicità, invita tutti gli stati membri, le organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite, e altri organismi internazionali e regionali, così come la società civile, incluse le organizzazioni non governative e i singoli individui, a celebrare la ricorrenza della Giornata Internazionale della Felicità in maniera appropriata, anche attraverso attività educative di crescita della consapevolezza pubblica [...]".

Nel 2015 l'Onu ha lanciato 17 obiettivi di sviluppo sostenibile che cercano di porre fine alla povertà, ridurre le disuguaglianze, e proteggere il nostro pianeta, tre aspetti chiave che portano al benessere e alla felicità. Le Nazioni Unite invitano ogni persona di qualsiasi età, classe, Paese a celebrare questa giornata con l'hashtag #SmallSmurfsBigGoals. Secondo il segretario generale Ban Ki-moon il mondo "ha bisogno di un nuovo paradigma economico che riconosca la parità tra i tre pilastri dello sviluppo sostenibile. Le tre forme di benessere: sociale, economico e ambientale sono indivisibili. Insieme determinano la felicità globale lorda". Per tali motivi, occorre sancire il primato della Felicità nazionale lorda sul Prodotto interno lordo, riconoscendo l’importanza della felicità e del benessere quali obiettivi universali e aspirazioni comuni per tutti gli abitanti della terra.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI