Home . Fatti . Cronaca . "Benedizioni a scuola legittime", Consiglio Stato ribalta sentenza Tar

"Benedizioni a scuola legittime", Consiglio Stato ribalta sentenza Tar

CRONACA
Benedizioni a scuola legittime, Consiglio Stato ribalta sentenza Tar

(FOTOGRAMMA)

Purché siano al di fuori dalle lezioni e facoltative, le benedizioni a scuola sono legittime. Il Consiglio di Stato ribalta la decisione del Tar Emilia-Romagna che aveva annullato la delibera con cui il consiglio di un istituto scolastico di Bologna (l'Istituto comprensivo 20 che comprende le primarie Fortuzzi, Carducci e le medie Rolandino) presieduto da Giovanni Prodi, nipote dell'ex premier, le aveva autorizzate nel marzo 2015. Il Consiglio di Stato accoglie così il ricorso del ministero dell'Istruzione contro la sentenza del Tar.

Il ricorso era stato presentato da alcuni docenti e genitori dell'istituto comprensivo 20 di Bologna e dal comitato 'Scuola e costituzione' dopo che i parroci della zona avevano chiesto di poter benedire per Pasqua la scuola. Un anno fa, il Tar dell'Emilia-Romagna aveva accolto la loro istanza sentenziando che la scuola "non poteva essere coinvolta nella celebrazione di riti religiosi" che sono "attinenti unicamente alla sfera individuale di ciascuno".

Ora, però, la sesta sezione del Consiglio di Stato (presieduto da Sergio Santoro) stabilisce che le benedizioni non incidono "in alcun modo sullo svolgimento della didattica e della vita scolastica in generale" e questo "non diversamente" da altre attività "parascolastiche".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.