Home . Fatti . Cronaca . Con 'PostiAmo' Unc e Poste Italiane insieme a tutela della privacy e del furto dei dati /Video

Con 'PostiAmo' Unc e Poste Italiane insieme a tutela della privacy e del furto dei dati

CRONACA
Con 'PostiAmo' Unc e Poste Italiane insieme a tutela della privacy e del furto dei dati /Video

(Fotogramma)

Parole come cybersecurity, hacker, phishing possono spaventare utenti digitali poco esperti, giustamente preoccupati dal rischio di cadere in trappole pericolose. Utilizzare computer, tablet o cellulare per lavoro, divertimento o per gestire il proprio conto bancario, infatti, può essere un grande risparmio di tempo e di energie ma, se si vogliono evitare guai, va fatto nel modo corretto e con i giusti sistemi di difesa e autodifesa. Anche per gestire Facebook o Instagram sono necessari strumenti adeguati di autotutela e proprio questo è l'obiettivo dell'iniziativa 'PostiAmo', nata da una sinergia tra Poste Italiane, Unione Nazionale Consumatori (Unc) e Facebook Italia, e presentata oggi al Talent Garden di Roma (Video).

All'iniziativa tra gli altri sono intervenuti Massimiliano Dona, segretario generale di Unc, Romolo Giacani, responsabile Rapporti con le associazioni dei consumatori per Poste Italiane, e Laura Bononcini, responsabile Relazioni Istituzionali Facebook Italia. L'evento era rivolto in particolare ai giovani, e vi hanno partecipato infatti cinque classi dell'istituto tecnico per il turismo di Roma, l'Ipseoa Vincenzo Gioberti di Trastevere. Le classi hanno anche partecipato a un gioco, un quiz a risposta multipla sugli argomenti trattati durante l'iniziativa e alla classe vincitrice è stata consegnata una pergamena.

"L'ecosistema digitale - ha spiegato Dona all'Adnkronos - appartiene al quotidiano dei consumatori e oramai non è più neppure qualcosa di nuovo. Tuttavia è necessario capire come affrontare queste realtà, anche perché spesso i più giovani ignorano che le grandi piattaforme includono già antidoti antifrode. Il principale strumento contro phishing o simili è l'autodifesa, conoscere gli strumenti che queste stesse piattaforme pongono a tutela dei consumatori: con un grado di cultura più elevato, il phishing non avrebbe il successo che ha tutt'ora nell'ingannare i consumatori nel cedere le proprie credenziali a malintenzionati. PostiAmo nasce proprio per questo dalla collaborazione di due realtà apparentemente agli antipodi: la 'old economy' di Poste Italiane e il nuovo di Facebook, il più diffuso social network".

Al segretario generale di Unc ha fatto eco Giacani di Poste Italiane: "Si tratta di una nuova tappa di un'iniziativa che va avanti da tempo con i consumatori e che si traduce in un'importante possibilità di parlare con studenti di istituti superiori per presentare prodotti e iniziative che Poste Italiane sta sviluppando, affrontando nel contempo la tematica della sicurezza informatica e della prevenzione di frodi e fenomeni di phishing. Poste - ha aggiunto - intende proporre un futuro semplice ai propri utenti con app con cui si possono, ad esempio, prenotare operazioni all'ufficio postale e quindi semplificare la vita di tutti".

Entusiasti gli studenti: "Un'iniziativa importante - ha detto Rebecca, studentessa dell'Ipseoa Vincenzo Gioberti - perché il mondo digitale di oggi sta aiutando tantissimo nel contattare amici o parenti lontani, ma nello stesso tempo, se mal utilizzato, il social network può diventare uno strumento per prendere in giro e fare del male agli altri: dobbiamo capire come utilizzare al meglio questi strumenti".

"Ora posso dire di aver compreso quanto sia importante la privacy nel mondo dei social - le fa eco Stefano - Grazie a internet e ai social network c'è tanta informazione ma anche tanta disinformazione, e qui bisogna fare attenzione: c'è il rischio di accettare contratti in maniera superficiale e si può incappare in qualcosa di pericoloso. Dico ai miei coetanei di fare tanta attenzione, di essere sempre in allerta, per esempio, su chi ci chiede l'amicizia su facebook e non pensare solo al numero di amici che si hanno. Insomma, meglio pochi ma buoni. E soprattutto reali".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI