Home . Fatti . Cronaca . Tagliando auto, ecco come non perdere la garanzia

Tagliando auto, ecco come non perdere la garanzia

CRONACA
Tagliando auto, ecco come non perdere la garanzia

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Una volta l'anno o ogni 15-30mila chilometri percorsi, a seconda dell'automobile che si possiede. Fare il tagliando auto non solo è necessario per mantenere valida la garanzia, ma è sempre una buona pratica da seguire per mantenere 'in salute' il più a lungo possibile il veicolo, oltre che per viaggiare in tutta sicurezza. Di norma, il controllo andrebbe eseguito nell'officina autorizzata che fa capo alla casa-madre, ma è possibile recarsi dal meccanico di fiducia senza per questo perdere i benefici della garanzia? A rispondere ci pensa l'esperto dell'Unione Nazionale Consumatori.

Secondo l'Unc, portare l'auto nella propria officina preferita è possibile, a patto che questa rispetti le prescrizioni della Casa e sia quindi conforme ai suoi standard. Questa possibilità, spiegano, è stabilita dal "Regolamento Europeo 1400/2002, noto come Direttiva Monti, aggiornato nel 2010 come Regolamento 461/2010, che si propone di permettere la concorrenza tra Officine Autorizzate e Officine indipendenti per la manutenzione ordinaria, anche durante il periodo di garanzia".

"Attenti però - avverte ancora l'esperto - alla necessità imprescindibile, ai fini della garanzia, che il tagliando sia eseguito in assoluta conformità alle prescrizioni della Casa, sia per quanto riguarda la qualità dei materiali usati che le ispezioni prescritte a quella scadenza. Scegliete un'officina attrezzata, che disponga delle informazioni specifiche (non basta quanto riportato nel libretto di uso e manutenzione, che è una sintesi puramente informativa a uso del Cliente, non dell’officina) e che sia in grado di certificare seriamente la conformità del tagliando rispetto alle prescrizioni della Casa".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI