Home . Fatti . Cronaca . Rischia lo sfratto, Berlusconi telefona in diretta tv: "Ci penso io"

Rischia lo sfratto, Berlusconi telefona in diretta tv: "Ci penso io"

CRONACA
Rischia lo sfratto, Berlusconi telefona in diretta tv: Ci penso io

(fermo immagine da video)

"Buonasera, ho visto la situazione di Emmanuel, e volevo semplicemente intervenire per dire che mercoledì sono a Roma. Se viene a trovarmi, la vicenda della casa la sistemo io". E' stato un intervento a sorpresa quello di Silvio Berlusconi, che ieri, durante la puntata di 'Quinta Colonna', su Rete 4, ha telefonato in diretta a Paolo Del Debbio. Il leader di Forza Italia ha voluto manifestare la sua disponibilità ad aiutare la famiglia di Emmanuel Mariani, padre di una bambina gravemente invalida, che rischia lo sfratto.

"Siamo in attesa: dovrebbero chiamarmi a breve per organizzare l'incontro di domani", ha detto all'Adnkronos Emmanuel Mariani all'indomani della telefonata da parte dell'ex presidente del Consiglio

"Mi dovrebbero chiamare a breve - ha aggiunto Emmanuel Mariani con un pizzico di commozione nella voce - e mi auguro veramente che possa fare qualcosa. La telefonata di Berlusconi mi ha fatto un grande piacere e ho una grande gratitudine nei suoi confronti. Spero veramente che possa risolvere il problema". "Sono gesti da valorizzare - ha concluso Emmanuel Mariani - tanto di cappello se riesce a risolvere questa situazione. Io continuerò a lottare, a battermi comunque per rimanere qui".

Da ormai sette mesi Mariani aspetta una soluzione all'assurda vicenda burocratica di cui è vittima insieme ad altre famiglie, alcune delle quali con invalidi: dopo oltre dieci anni dall'assegnazione di una casa dell'Ater da parte del Campidoglio, Emmanuel, infatti, si è visto recapitare a novembre scorso una comunicazione dal Comune secondo cui quella stessa assegnazione (a causa di un procedimento penale che ha coinvolto chi firmò la determinazione dirigenziale) fu illegittima e quell'abitazione va lasciata. Nonostante la disponibilità a trovare una soluzione, dimostrata più volte, anche nel corso di incontri, dall'assessore capitolino al Patrimonio Andrea Mazzillo, il tempo è passato. E ancora tutto tace.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI