Home . Fatti . Cronaca . Migranti: Procuratore Palermo, "Accordo con Olanda riconoscimento importante"

Migranti: Procuratore Palermo, "Accordo con Olanda riconoscimento importante"

In Questura la firma che impegna i due Stati a rendere più efficiente la cooperazione su tratta umana

CRONACA
Migranti: Procuratore Palermo, Accordo con Olanda riconoscimento importante

La firma del protocollo Palermo-Olanda

L'accordo firmato oggi in Questura a Palermo, alla presenza del re e della regina d'Olanda, Guglielmo Alessandro di Orange-Nassau e Maxima Zorreguieta Cerruti, tra la Procura di Palermo e la Procura nazionale olandese e che prevede la collaborazione delle due autorità giudiziarie nelle indagini sulla tratta degli esseri umani "è un importante riconoscimento per l'attività della Procura di Palermo, impegnata nelle inchieste sul traffico di esseri umani". Lo ha detto il Procuratore di Palermo Francesco Lo Voi, subito dopo la firma della lettera di intenti con il Procuratore nazionale olandese Fred Westerbeke.

Per Lo Voi il protocollo è un "segnale molto importante perché si conferma la volontà di cooperazione tra alcuni Stati europei, in particolare l'Olanda, con i quali già da tempo abbiamo avviato delle forme di cooperazione sulla base delle norme internazionali. Quindi, abbiamo avuto la possibilità di scambiare una serie di informazioni per procedere anche a indagini congiunte". Presente anche il pm Gery Ferrara, la cui presenza è stata fortemente voluta dalla Procura nazionale olandese perché è stato il primo magistrato ad occuparsi della tratta di esseri umani.

"Questa nuova lettera di intenti sottoscritta oggi con il Procuratore nazionale olandese, che è competente per questi reati- prosegue Lo Voi - conferma quello che abbiamo fatto finora e rappresenta una volontà ulteriore di procedere con le forme più opportune e più rapide alla prosecuzione di questo tipo di indagini". Il Procuratore poi aggiunge: "Le procedure che seguiamo sono sempre quelle previste dagli accordi internazionali e le convenzioni che regolano la materia giudiziaria. Questo tipo di accordo impegna i due uffici a rendere più semplici ed efficaci queste forma di cooperazione, trovando le maniere e le occasioni per un più rapido scambio di informazioni".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI