Roma, niente aria condizionata sui bus: "Un calvario"

Sembrava passato di moda ma sugli autobus della capitale pare impossibile farne a meno. E così, nel 2017, l'unico modo per provare a resistere fino a destinazione è quello di usare un ventaglio. Se ne vedono decine e a sventolarli sono passeggeri infuriati: fuori la temperatura supera i 30 gradi ma su alcuni bus di Roma si sfiorano i 40 e sulle nuove vetture pensate per circolare solo con l'aria condizionata e con prese d'aria minime verso l'esterno la temperatura sale vertiginosamente.

Emblematica la situazione dei passeggeri sulle linee bus che transitano su viale del Policlinico: a causa di alcuni lavori all'altezza di piazza della Croce Rossa per percorrere solo alcune centinaia di metri i bus restano fermi incolonnati anche 30 minuti.

"Ormai sono settimane che va avanti questa storia- racconta all'Adnkronos un passeggero della linea 495 diretta a Valle Aurelia - Imboccato viale del Policlinico per noi inizia il calvario. Bus stracolmi spesso senza aria condizionata fermi sotto al sole per mezz'ora e c'è chi scende e preferisce continuare a piedi. Qui è difficile anche il passaggio delle ambulanze".

"Spesso i finestrini sono chiusi ed è impossibile aprirli. Cosi' siamo davvero in una sauna. Una sauna non richiesta", si sfoga un altro.

E gli autisti? "Sono mortificati - racconta un altro passeggero - io sono a Roma da dieci anni e nessun sindaco è riuscito a risolvere questa situazione. La mattina si esce di casa e si incrociano le dita per sperare che passi un bus con l'aria condizionata. Ecco come siamo ridotti".