"Stupro di gruppo? Una bambinata", è polemica sul sindaco di Pimonte

Ha sollevato un polverone di polemiche il sindaco di Pimonte, Michele Palummo, che ha definito "una bambinata" lo stupro di gruppo di una 15enne di Pimonte, Napoli, violentata da 12 coetanei. Commentando la vicenda ai microfoni di 'L'aria che tira", su La7 il sindaco ha minimizzato quanto accaduto. "Come la vogliamo definire? - dice Palummo - Una bambinata, forse. Sono tutti minori, dai minori che cosa ti puoi aspettare? E' successo, ormai è passato". Incredulo il giornalista di La7, Roberto D'Antonio che replica: "Una bambinata? Uno stupro di gruppo?". "No - ribatte il sindaco - è un fatto isolato, è successo purtroppo"

Nel servizio il giornalista spiega che la 15enne si sta recando con i genitori in Germania per evitare di incontrare per strada i suoi aguzzini. Le affermazioni di Palummo sono state stigmatizzate da Stefano Pedica del Pd: "Il sindaco si dimetta subito - afferma Pedica - Non ci sono scuse che possano giustificare le sue parole. Definire una 'bambinata' uno stupro di gruppo a danno di una ragazzina di 15 anni è indegno per qualsiasi uomo, figuriamoci per un rappresentante delle istituzioni". "Le parole del sindaco di Pimonte sono gravissime - sottolinea -.I cittadini hanno bisogno di ben altre persone per essere governati"