Home . Fatti . Cronaca . "Aiutò dj Fabo a morire", Procura chiede processo per Cappato

"Aiutò dj Fabo a morire", Procura chiede processo per Cappato

CRONACA
Aiutò dj Fabo a morire, Procura chiede processo per Cappato

(Fotogramma)

Marco Cappato deve essere processato per la morte di dj Fabo. E' quanto chiedono i pm milanesi Tiziana Siciliano e Sara Arduini, dopo che il gip Luigi Gargiulo ha bocciato sia la loro richiesta di archiviazione che la questione, avanzata tanto dalla Procura quanto dalla difesa, di inviare gli atti alla Corte Costituzionale in relazione alla legge 580 del codice penale.

Con una scelta quindi 'imposta', la Procura ha inoltrato all'ufficio gip la sua richiesta di rinvio a giudizio dove Cappato è accusato di aiuto al suicidio per aver assistito dj Fabo nella sua intenzione di voler accedere alla procedura della 'dolce morte' presso la clinica 'Dignitas' alle porte di Zurigo. 

Ora, dopo la richiesta di processo, verrà fissata un'udienza preliminare e il gup dovrà decidere se mandare o meno a giudizio, in questo caso davanti a una Corte d'Assise, Marco Cappato. I pm nell'imputazione sono stati 'obbligati' ad attenersi alle indicazioni del primo gip, che ha ritenuto che l'esponente radicale sia responsabile del reato con una duplice condotta in quanto, avendo prospettato a Dj Fabo la possibilità di realizzare il suo desiderio di morire senza soffrire, non solo lo avrebbe aiutato accompagnandolo in auto in Svizzera, ma avrebbe rafforzato "l'altrui proposito di suicidio".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI