Home . Fatti . Cronaca . Stamina, Vannoni agli arresti domiciliari

Stamina, Vannoni agli arresti domiciliari

CRONACA
Stamina, Vannoni agli arresti domiciliari

(Fotogramma)

E' tornato da ieri sera nella sua casa sulla collina torinese Davide Vannoni arrestato a fine aprile. Al fondatore di Stamina, a cui viene contestata l'associazione per delinquere aggravata dalla transnazionalità, la truffa aggravata, la somministrazione di farmaci non conformi nella attività di trattamento di gravi malattie neurodegenerative ha ottenuto, infatti, gli arresti domiciliari ''sia per ragioni di salute, sia per essersi comportato bene''. A confermarlo il suo avvocato Liborio Cataliotti che all'Adnkronos dice: ''L'ho sentito più rincuorato perché ha riscontrato che nei suoi confronti non c'è alcun pregiudizio, cosa di cui peraltro, come legale, ero certo''.

Subito dopo il fermo, su istanza dei suoi legali (oltre a Cataliotti anche Gian Paolo Zancan, ndr) Vannoni era stato ricoverato in ospedale per potersi sottoporre a cure richieste da alcune patologie di cui soffriva già prima dell'arresto, dopodiché era stato riportato in carcere da dove è uscito nella serata di ieri A Vannoni, oltre agli arresti domiciliari sono stati restituiti anche 40 mila euro, frutto delle vendita di un'auto di lusso, che gli erano stati sequestrati perché era stato ipotizzato li volesse impiegare per continuare fuori dall'Italia la sua attività.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.