Home . Fatti . Cronaca . Italia a secco, da Nord a Sud ecco dove si spreca più acqua

Italia a secco, da Nord a Sud ecco dove si spreca più acqua

CRONACA
Italia a secco, da Nord a Sud ecco dove si spreca più acqua

(Foto Fotogramma)

A Roma si rischia il razionamento dell'acqua ma il Lazio non è l'unica regione che sta combattendo contro la siccità. Coldiretti parla di oltre 2 miliardi di perdite provocate alle coltivazioni e agli allevamenti da un andamento climatico del 2017 del tutto anomalo che lo classifica tra i primi posti dei più caldi e siccitosi da oltre 200 anni. A lanciare l'allarme infatti sono state diverse regioni tra cui Sardegna, Emilia Romagna e Toscana che hanno dichiarato lo stato d'emergenza.

Ma il problema, oltre all'assenza di pioggia, è la dispersione dell'acqua "di quasi 9 miliardi di litri, a causa delle perdite registrate lungo la rete di 474 mila chilometri di acquedotti", afferma l'esponente dei Verdi, Angelo Bonelli, in una nota. Per ogni 100 litri di acqua immessa negli acquedotti, quasi 40 vengono persi per l'obsolescenza della rete idrica, si tratta di ''una delle medie più alte d'Europa'', osserva.

Tra le cause della ''vergogna'' degli sprechi, l'eponente dei verdi cita la scarsità degli investimenti realizzati per rimodernare gli acquedotti, che ''sono tra i più bassi del continente: 32 euro l'anno per abitante, a fronte della Francia che ne investe 88, il Regno unito 102 e la Danimarca 129'', (dati Utilitalia). Per ogni abitante ben 144 litri di acqua al giorno non arrivano a destinazione (dati Unione nazionale consumatori), e da qui si arriva alla folle cifra di quasi 9 miliardi di acqua dispersa al giorno.

Ma dove si registra una maggiore dispersione d'acqua? Sul podio c'è Potenza, secondo l'Istat, con una perdita del 68,8%. In pratica su 10 litri, se ne perdono per strada quasi 7. Segue Campobasso, con il 67,9%. Sul gradino più basso del podio c'è Cagliari con il 59,3%. Roma si piazza tra le prime 10 con il 44,1%. La città più virtuosa è Milano, con il 16,7% di perdite seguita da Aosta (24,5%) e Bolzano (26,5%).

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI