Home . Fatti . Cronaca . Ecstasy uccide ragazzina, arrestati fidanzato e un amico

Ecstasy uccide ragazzina, arrestati fidanzato e un amico

CRONACA
Ecstasy uccide ragazzina, arrestati fidanzato e un amico

(Fotogramma)

Una ragazza di 15 anni è morta all'ospedale Galliera di Genova dopo aver assunto una dose di metanfetamina.

La giovane, A. D., italiana e residente a Chiavari, in provincia di Genova, aveva passato la serata di venerdì con alcuni amici, due maggiorenni tra cui il fidanzato e un'altra minorenne in un appartamento del quartiere di San Martino. I due maggiorenni sono stati arrestati con l'accusa di aver ceduto la dose di Mdma, nota come 'droga dello sballo', alla 15enne e sono ora a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Dopo aver assunto la sostanza, i quattro erano usciti di casa per raggiungere il centro di Genova ma all'altezza di via San Vincenzo la 15enne ha avuto un malore. Sul posto i soccorsi, allertati dagli amici: 118 e polizia. La ragazza è stata portata all'ospedale dov'è arrivata già in coma ed è morta per un arresto cardiaco attorno alle 3 di notte, 40 minuti dopo il ricovero, nonostante i tentativi di rianimarla.

"Verosimilmente si è trattato di Mdma, le analisi chimiche arriveranno nelle prossime ore. Si tratta di sostanze pericolosissime che agiscono come delle bombe sul corpo umano", ha detto all'Adnkronos Marco Calì, il capo della squadra mobile di Genova, che coordina le indagini sulla morte della 15enne.

La tragedia nel capoluogo ligure, dove la giovanissima stava passando la serata insieme ad alcuni amici. Due di loro, il fidanzato di lei ed un amico, entrambi 18enni, sono stati arrestati per aver ceduto lo stupefacente. "Quello delle droghe sintetiche è sempre stato un problema aggravato dal fatto che spesso vengono usate mescolate ad altre sostanze -  continua Calì - sono pericolosissime e vanno ad intaccare direttamente i centri nervosi. Questa tragedia dovrebbe essere da monito".

L'attività investigativa condotta dagli uomini della Squadra mobile ha consentito di accertare che, durante la serata, il gruppo aveva assunto la sostanza del tipo Mdma e di individuare il fornitore dello stupefacente, un italiano minorenne presso la cui abitazione, in provincia di Genova, sono stati trovati un bilancino di precisione e denaro contante in un quantitativo sospetto. Il minorenne è stato denunciato in stato di libertà. Del caso è stata informata la Procura della Repubblica e la procura dei minori. 

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI