Home . Fatti . Cronaca . Bombole e molotov, tensione a Roma per lo sgombero

Bombole e molotov, tensione a Roma per lo sgombero

CRONACA

Tensione a piazza Indipendenza, vicino alla stazione Termini di Roma, dove le forze dell'ordine hanno sgomberato i giardini occupati da circa 100 cittadini stranieri, che occupavano già l'immobile di via Curtatone sgomberato nei giorni scorsi.

Durante l’intervento, fa sapere la Questura, "le forze dell'ordine sono state aggredite con lancio di sassi e bottiglie. Utilizzate bombole di gas aperte, messe in sicurezza grazie al repentino intervento dei poliziotti. Usato contro gli agenti anche peperoncino. L'uso dell’idrante ha evitato che venissero accesi fuochi e liquidi infiammabili. Due fermati al momento".

L'operazione era "finalizzata al ripristino delle condizioni di vivibilità, legalità, igiene e sicurezza in piazza Indipendenza e in via Curtatone" comunicano le autorità. ''Tutte le persone presenti sui giardini sono state allontanate mentre gli occupanti dello stabile, comprese le 'fragilità', sono state trasferite presso l'Ufficio Immigrazione di via Patini, dove la Sala operativa sociale del Comune di Roma si sta occupando della loro assistenza".

Unicef Italia: tutto è avvenuto "sotto gli occhi terrorizzati dei bambini"

La Prefettura con una nota fa sapere che "4 appartenenti al Reparto Mobile di Roma sono rimasti contusi mentre 4 cittadini stranieri, tutti titolari di permesso di soggiorno per asilo politico, sono stati arrestati per reati quali resistenza e violenza a pubblico ufficiale, resistenza aggravata a pubblico ufficiale con uso di armi improprie''.

"Le operazioni di censimento ed assistenza degli aventi diritto ad una collocazione assistenziale -prosegue la Prefettura- erano già state avviate nell’immediatezza della bonifica dello stabile, con la predisposizione del desk della Sala operativa sociale all’interno dell’immobile affiancato da personale dell’Ufficio Minori della Questura. All’esito di tali operazioni, sono stati ricollocati complessivamente 28 soggetti, di cui 19 maggiorenni (6 uomini) e 9 minori, tutti accolti presso strutture dedicate individuate dal Comune di Roma. Quattro ulteriori nuclei familiari verranno trasferite nei villini messi a disposizione dalla società conduttrice dell’immobile. Altre persone hanno ritenuto di rifiutare le soluzioni alloggiative proposte, allontanandosi spontaneamente''.

"L'accurata e scrupolosa pianificazione dell’intervento ha fatto sì che le operazioni si svolgessero in condizioni di assoluta sicurezza - prosegue la Prefettura - nonostante la prevedibile e decisa opposizione degli occupanti e l’azione di infiltrazione posta in essere dai Movimenti di Lotta per la Casa, che ha indotto gli occupanti accampatisi in piazza Indipendenza a rifiutare sistemazioni alloggiative alternative, determinati a rimanere in strada fino alla manifestazione con corteo indetta dagli stessi Movimenti per sabato prossimo".

"La completa perfetta riuscita dell’operazione, con la sistemazione alloggiativa delle persone 'fragili', richiederà la pronta attuazione delle soluzioni condivise nella riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica svoltosi nella mattinata di ieri - conclude - A tal fine, il Prefetto richiama l’attenzione di tutte le Istituzioni coinvolte sulla necessità di tenere fede agli impegni assunti".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI