Stupro Rimini, il punto sulle indagini

Il branco di quattro persone che venerdì notte ha preso in ostaggio una coppia di giovani polacchi, abusando di una ragazza 26enne e massacrando di botte il fidanzato, violentando poi anche una trans peruviana, è nel mirino degli investigatori.

Cosa è emerso fino ad ora dalle indagini?

CHI SONO - Per quanto riguarda la loro identità, si tratterebbe di quattro nordafricani, probabilmente marocchini.

L'IDENTIKIT - Esiste un identikit chiaro fornito dalle vittime; inoltre ci sono le immagini degli impianti di videosorveglianza di diverse attività commerciali della zona.

UNDER 30 - Secondo gli uomini della Squadra Mobile, i quattro sarebbero under 30 e avrebbero, molto probabilmente, una casa nel Riminese dove nascondersi.

IL DNA - La Scientifica sta isolando il dna trovato sulla spiaggia dove è avvenuta l’aggressione e da Roma sono arrivati gli agenti specializzati dello Sco (Servizio centrale operativo).

IL LUNGOMARE - Si ritiene che il branco operi nel giro dello spaccio degli stupefacenti e delle rapine e che conosca bene la zona del lungomare vicino al 'Bagno Chiara'.