Home . Fatti . Cronaca . Arriva il commissario Mascherpa, primo fumetto a puntate della Polizia

Arriva il commissario Mascherpa, primo fumetto a puntate della Polizia

CRONACA
Arriva il commissario Mascherpa, primo fumetto a puntate della Polizia

La prima puntata del fumetto su 'Polizia Moderna'

Classe '77, nato tra le montagne dell'Aspromonte, poliziotto per vocazione. E' "Il Commissario Mascherpa", protagonista del primo fumetto poliziesco pubblicato a puntate in esclusiva dalla Polizia di Stato, sulla rivista ufficiale "Polizia Moderna" a partire dal numero in uscita domani. Un’iniziativa che nasce dall'incontro del fascino del giallo poliziesco con i messaggi di legalità e impegno civile, grazie alla collaborazione della Polizia con lo scrittore Luca Scornaienchi e il disegnatore Jonathan Fara.

Per "Polizia Moderna" la nuova graphic novel è in qualche modo una forma di recupero di tradizione degli Anni ‘50 e ’60 quando la rivista pubblicava ogni mese un paio di pagine dedicate all'enigma poliziesco.

La storia è ambientata in un immaginario commissariato di Polizia a Diamante, paesino sulla costa tirrenica calabrese in provincia di Cosenza: un luogo caratteristico, unico per tradizioni e per costumi, che deve fare i conti con le ombre, i misteri e i crimini da risolvere. Sono i delitti, gli intrighi di potere e le passioni che travalicano il limite del consentito a costituire il filo rosso della trama: il banco di prova da superare per i poliziotti di un commissariato di provincia che, seppur nella fiction, tende ad ancorarsi alla dimensione del reale e del credibile.

Con questa iniziativa la Polizia di Stato, si legge in una nota, "punta ad avvicinare gli appassionati al genere e i lettori più giovani al fine di far conoscere l'impegno e la professionalità degli operatori della sicurezza: donne e uomini che vivono tra la gente, in divisa e non, durante e dopo l'orario di servizio. La narrazione, con una linea orizzontale di serie e singole storie di puntata, rappresenta l'occasione per veicolare quei messaggi e quei principi alla base di una concreta attività di informazione e, quindi, di prevenzione".

Mascherpa, si legge in una pagina del fumetto, "ha scelto questo lavoro per seguire le orme dello zio Gaetano, ucciso durante un conflitto a fuoco con alcuni 'uomini d'onore' durante la guerra di 'Ndrangheta degli Anni '80. Segue sempre il suo istinto per risolvere le situazioni più complicate, pronto all'azione e disponibile a sacrificare qualsiasi cosa pur di raggiungere l'obiettivo".

Per il personaggio l'orario di servizio non rappresenta un limite ai propri doveri. Un momento di riflessione personale, davanti a un tramonto suggestivo, viene interrotto bruscamente dall'insistente squillo del cellulare che lo avvisa del ritrovamento di un corpo di una donna senza vita e intanto i suoi collaboratori sono alle prese con intercettazioni ambientali, la soffiata di un confidente e un preoccupante caso di estorsione.

Il Commissario può contare sull'esperienza e la testardaggine dell'ispettore Miraglia, sulla conoscenza informatica del giovane Luigi Politano, sulle intuizioni dell'agente scelto Laura Macolino e sui consigli di un vecchio "sbirro" in pensione, Giuseppe Musella, che conosce la storia e i segreti di tutto il paese.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI