Home . Fatti . Cronaca . Lecce, tenta di strangolare la compagna

Lecce, tenta di strangolare la compagna

CRONACA
Lecce, tenta di strangolare la compagna

Ha prima finto di aver tranquillamente accettato la decisione della sua compagna di lasciarlo, poi le ha chiesto di accompagnarlo a Veglie, in provincia di Lecce, ma a un certo punto ha fermato la sua Motoape e ha tentato di baciarla forse per cercare di rinsaldare il rapporto. Di fronte al rifiuto della donna ha preso una corda provando a strangolarla. I carabinieri hanno arrestato V.D.R., pregiudicato di 71 anni, residente a Copertino, rigattiere, per tentato omicidio. I due convivevano da due anni. Quando la donna, una 41enne, gli ha annunciato di voler troncare la relazione la reazione dell’uomo è stata molto pacata, quasi sorprendente. Quindi la richiesta di accompagnarlo in paese per alcune faccende da sbrigare.

La donna ha acconsentito ma una volta sulla provinciale 111 Delle Rose ha imboccato una stradina di campagna. Al rifiuto delle avances l'uomo è sceso dal mezzo e ha preso una corda, che conservava nel cassone posteriore, si è avvicinato dalla parte della passeggera e, dopo aver aperto la portiera, l'ha avvolta intorno al collo della malcapitata iniziando a stringere. Nel contempo l'ha trascinata fuori dall’abitacolo e si è avvicinato ad un pozzo. Nonostante la donna si dimenasse, l'uomo è riuscito comunque a scoperchiare il pozzo stesso ed a urlare alla malcapitata che se non fosse stata sua non sarebbe stata di nessun altro.

Fortunatamente la donna ha reagito in modo energico, si è liberata dalla presa ed è scappata a piedi verso la strada provinciale. Qui è stata seguita da V.D.R. a bordo della Motoape, ma per fortuna alcune persone, vedendo la scena, hanno prestato soccorso alla vittima e hanno chiamato il 112. I carabinieri, la cui Stazione si trova a poche centinaia di metri, hanno bloccato l'uomo soccorrendo la ragazza. Quest’ultima è stata trasportata all’ospedale 'Vito Fazzi': ha riportato contusioni varie con 15 giorni di prognosi.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.