Home . Fatti . Cronaca . Siracusa, uccise compagna e simulò incidente

Siracusa, uccise compagna e simulò incidente

CRONACA
Siracusa, uccise compagna e simulò incidente

(Fotogramma)

Sarebbe stata uccisa dal compagno e non sarebbe stato un incidente domestico la causa della morte, avvenuta lo scorso 25 marzo, di una 31enne di Rosolini, in provincia di Siracusa. E' quanto ricostruito dagli inquirenti della Procura aretusea che hanno coordinato il lavoro della Polizia di Pachino. La vittima sarebbe stata uccisa infatti dal compagno 36enne, S.I., che ne ha inscenato la morte accidentale.

Determinanti per le indagini si sono rivelate le dichiarazioni della madre della vittima, che ha riferito di aver sentito il figlio della coppia, parlare dell'omicidio della madre. La donna morì dopo 18 giorni di agonia nel reparto di Rianimazione del Civico di Palermo a seguito delle gravi ustioni, estese sul 40% del corpo, riportate per l'esplosione di una bombola di gas da campeggio a casa.

Inizialmente le indagini erano scattate come se si fosse trattato di un incidente domestico, per poi orientarsi sull'omicidio culminando con l'ordinanza cautelare in carcere nei confronti del compagno della vittima, accusato di femminicidio, maltrattamenti in famiglia nei confronti di un minorenne e incendio. L'omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite scoppiata per ragioni economiche.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI