Home . Fatti . Cronaca . Dottoressa violentata in ambulatorio a Catania

Dottoressa violentata in ambulatorio a Catania

CRONACA
Dottoressa violentata in ambulatorio a Catania

Una dottoressa di turno alla guardia medica di Trecastagni, nel catanese, è stata aggredita e violentata da un 26enne arrestato dai carabinieri di Acireale. La procura di Catania ha aperto una inchiesta. Il giovane sarebbe entrato con la scusa di farsi curare. Sarebbe invece andato in escandescenze, danneggiando arredi della stanza, e poi sequestrando e violentando la dottoressa che era in servizio.

Un passante sentendo urla di donna provenire dalla guardia medica ha avvisato i carabinieri che sono subito intervenuti. La dottoressa, che sarebbe riuscita a fuggire, è stata soccorsa da militari che hanno fatto irruzione nella guardia medica e arrestato il 26enne.


"Una vicenda drammatica ma purtroppo non isolata", osserva Roberta Chersevani, presidente della Fnomceo (Federazione nazionale degli Ordini dei medici), che sottolinea: "Le guardie mediche vanno presidiate o ripensate, spostate in contesti in cui non siano isolate. Le donne medico non devono avere paura di fare il loro lavoro". "Dobbiamo renderci conto - continua - che tra un po' saranno soprattutto le donne a lavorare in sanità. E non possiamo permettere che vadano a lavorare con la paura di essere picchiate, violentate o massacrate".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.