Home . Fatti . Cronaca . Gabrielli: "Roma è una città sicura"

Gabrielli: "Roma è una città sicura"

CRONACA
Gabrielli: Roma è una città sicura

(Fotogramma)

"Stupri a Roma? Continuo a sostenere che questa città sia sicura". Così il capo della Polizia Franco Gabrielli a margine della cerimonia di intitolazione del Palasport Fiamme Oro di via Vertumno a Roma alla memoria di Aurelio Santoro, ex atleta della Fiamme Oro, morto il 23 aprile 1993, durante una gara internazionale di Lotta libera.

Gabrielli ha evidenziato che "se compariamo Roma a grandi metropoli, le percentuali di delinquosità la collocano nella parte bassa del tabellone delle città in cui la criminalità è più accentuata". Poi parlando della percezione della sicurezza, Gabrielli ha spiegato che un ruolo fondamentale lo hanno gli organi di informazione. "Sembra che ciclicamente questo sia il Paese degli stupri, il Paese degli omicidi, poi si leggono le statistiche e non è così come lo vogliamo rappresentare", ha detto Gabrielli a giudizio del quale occorre invece "intercettare tutto quello che serve perché i cittadini si sentano sicuri", al di là di fredde statistiche.

E' ovvio che sul tema della percezione della sicurezza "devono concorrere anche altri soggetti, altre istituzioni". Anche gli stessi cittadini devono "riappropriarsi del territorio". Come? Per esempio con gli orti urbani "non è banale - ha spiegato -, perché questo fa vincere la paura e sottrae spazi all'illegalità e al degrado". Insomma, ha concluso il capo della Polizia "non ritengo Roma una città insicura, ma una città dove tutti insieme dobbiamo fare un grosso lavoro per far percepire alla gente la sicurezza".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI